giovedì 26 settembre 2019

Messaggio Medjugorje del 25 settembre 2019

Cari figli! Oggi vi invito a pregare per le Mie intenzioni affinché possa aiutarvi. Figlioli, pregate il rosario e meditate i misteri del rosario perché anche voi nella vostra vita passate attraverso le gioie e i dolori.
In questo modo trasformate i misteri nella vostra vita perché la vita è un mistero finché non la mettete nelle mani di Dio.
Così avrete l’esperienza della fede come Pietro che ha incontrato Gesù e lo Spirito Santo ha riempito il suo cuore.

venerdì 20 settembre 2019

Messaggio straordinario dato a Ivan il 17 settembre 2019


Ivan, il veggente di Medjugorje, durante un incontro in Italia ha ricevuto questo messaggio dalla Madonna durante l'apparizione:
"Cari figli, vi invito in modo particolare a pregare per le mie intenzioni, in modo che fermiate, mediante le vostre preghiere, il piano di satana sull’umanità che è ogni giorno più lontana da Dio; invece di Dio mette al primo posto se stessa e distrugge tutto ciò che è bello e buono nelle anime di ciascuno di voi.

giovedì 5 settembre 2019

Messaggio di Medjugorje a Mirjana del 2 settembre 2019

Cari figli, pregate, pregate il Rosario tutti i giorni, questa corona di fiori che Mi lega direttamente, come Madre, ai vostri dolori, alle vostre sofferenze, ai desideri ed alle speranze.
Apostoli del Mio amore, sono con voi per mezzo della grazia e dell’amore di Mio Figlio e chiedo a voi le preghiere.
Per poter convertire le anime, il mondo ha tanto bisogno delle vostre preghiere.
Per poter cambiare le anime, chiedo a voi le preghiere.
Aprite con totale fiducia i vostri cuori a Mio Figlio e Lui in essi scriverà le Sue parole e questo è l’amore. Vivete un legame indissolubile con il Sacro Cuore di Mio Figlio.

Crediamo ancora nella grazia del Sacerdozio?

Noto con sgomento che alcune persone vorrebbero creare un nuovo sacerdozio a misura d’uomo. Se l’Amazzonia manca di sacerdoti, sono sicuro che non risolveremo la situazione ordinando uomini sposati, viri probati, che non sono stati chiamati da Dio al sacerdozio, ma alla vita matrimoniale perché manifestino la prefigurazione dell’Unione di Cristo e della Chiesa (Ef 5,32).