lunedì 31 dicembre 2018

Il "giardino degli angeli"

Si chiama «Giardino degli angeli» ed è un’area rettangolare, delimitata da un’elegante recinzione in ferro battuto e situata a pochi metri dall’ingresso del cimitero di Brendola, comune di 6.700 anime alle porte di Vicenza. A presidiare il piccolo prato, di un bel verde nonostante la stagione, e a ricordare il motivo per cui esiste, giustamente, c’è un angelo bianco: è quello che lo scultore Silvano Mastrotto aveva in origine realizzato per il fratello Armando, morto tragicamente in giovanissima età.

giovedì 27 dicembre 2018

Messaggio Medjugorje del 25 dicembre 2018


Cari figli!
Vi porto Mio Figlio Gesù che è il Re della pace.
Lui vi dona la pace: che questa pace non sia solo per voi, figlioli, ma portatela agli altri nella gioia e nell'umiltà.
Io sono con voi e prego per voi in questo tempo di grazia che Dio desidera darvi.
La Mia presenza è il segno dell'amore, mentre sono qui con voi per proteggervi e guidarvi verso l'eternità.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.




martedì 25 dicembre 2018

A te levo i miei occhi, santa Madre di Dio.

A te levo i miei occhi, santa Madre di Dio.
Vorrei fare della mia casa una casa nella quale Gesù sia presente, come ha promesso a quelli che si riuniscono nel suo nome.
Tu hai accolto il messaggio dell'Angelo come un messaggio che viene da Dio, e hai ricevuto, per la tua fede, la grazia incomparabile di accogliere in te Dio stesso.
Tu hai aperto ai pastori e ai Magi la porta della tua casa in modo che nessuno si stupisse della sua povertà o della sua ricchezza.
Sii tu, nella mia casa, colei che accoglie.

giovedì 13 dicembre 2018

Favola di Santa Lucia

di Giovannino Guareschi

Cesarino si alzò e, prima ancora di lavarsi, prese il lapis blu e cancellò sul calendario un altro giorno. Ne rimanevano ancora tre che poi erano due in quanto il terzo era quello famoso. Mentre si lavava con l’acqua gelata, Cesarino d’improvviso ebbe un pensiero: “E la crusca?” Era una cosa importante. ma risultava anche logico che non ci avesse pensato perché fino all'anno prima, tutto si era svolto laggiù, al paese dove per trovare della crusca, bastava allungare una mano.

giovedì 6 dicembre 2018

Una chiesa di campagna risuscita grazie al Santissimo Sacramento

Situata lungo la strada che attraversa il paesello di una trentina di anime, la cappellino di Longuet (Somme), costruita nel XVIII secolo, non ha – a vedersi – alcunché di straordinario. Eppure all’interno la candela rossa indica che il Santissimo Sacramento vi si trova custodito quotidianamente. E viene esposto! Una presenza rara nella regione, che conta tante e tante chiese e cappelle chiuse, per mancanza di preti e di fedeli regolari.

L’attacco al padre è un attacco alla paternità di Dio

di Costanza Miriano
Nei giorni scorsi, quelli successivi alla manifestazione contro la violenza sulle donne, si sono succedute alcune voci che secondo me meritano una reazione seria. Sentendo la Finocchiaro declamare (a dei bambini, peraltro) da Rai 3 che gli uomini sono tutti dei pezzi di m…, o la Murgia dire che nascere maschio in un sistema patriarcale è come essere figlio di un mafioso, anche io ho pensato che non fossero degne di attenzione o, che, come ha scritto qualche illustre pensatore sui social, mettersi a rispondere a questo livello è come fare a gara di rutti.

lunedì 3 dicembre 2018

Messaggio Medjugoje del 2 dicembre 2018

Cari figli, quando venite a Me come Madre con cuore puro e aperto, sappiate che vi ascolto, vi incoraggio, vi consolo e soprattutto intercedo per voi presso Mio Figlio.
So che volete avere una fede forte ed esprimerla nel modo giusto.
Quello che Mio Figlio vi chiede è una fede sincera, forte e profonda. Allora ogni modo in cui la esprimete è valido.
La fede è un meraviglioso mistero che si custodisce nel cuore. Essa sta tra il Padre Celeste e tutti i Suoi figli.

mercoledì 28 novembre 2018

Che cos'è la corona dell'Avvento?

Sicuramente tutti voi sanno cos’è una corona d’Avvento e magari ne avete anche una in casa. Ma cosa rappresenta e com’è nata ? È un’antica tradizione che ha avuto origine nel Nord d’Europa, precisamente in Scandinavia, ma che negli ultimi anni è entrata con forza nelle nostre comunità cristiane.

martedì 27 novembre 2018

Supplica alla Madonna della Medaglia Miracolosa

O Vergine Immacolata, noi sappiamo che sempre ed ovunque sei disposta ad esaudire le preghiere dei tuoi figli esuli in questa valle di pianto, ma sappiamo pure che vi sono giorni ed ore in cui ti compiaci di spargere più abbondantemente i tesori delle tue grazie. Ebbene, o Maria, eccoci qui prostrati davanti a te, proprio in quello stesso giorno ed ora benedetta, da te prescelta per la manifestazione della tua Medaglia.

lunedì 26 novembre 2018

Miracolo eucaristico di Sokólka: l’ostia è tessuto cardiaco di una persona in agonia!

Tutti i giorni, su tutti gli altari del mondo, si verifica il più grande miracolo che sia possibile: la trasformazione del pane e del vino nel vero Corpo e Sangue di Gesù Cristo.
Quando riceviamo la Comunione possiamo toccarlo solo per fede, perché ai nostri sensi è offerta solo la forma del pane e del vino fisicamente inalterata dalla consacrazione.

Messaggio Medjugorje del 25 novembre 2018


Cari figli! Questo tempo è tempo di grazia e di preghiera, tempo di attesa e di donazione.
Dio si dona a voi perché lo amiate al di sopra di ogni cosa.
Perciò, figlioli, aprite i vostri cuori e le vostre famiglie affinché quest'attesa diventi preghiera ed amore e soprattutto donazione.
Io sono con voi, figlioli e vi esorto a non rinunciare al bene perché i frutti si vedono, si sentono, arrivano lontano. Perciò il nemico è arrabbiato e usa tutto per allontanarvi dalla preghiera.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.





martedì 20 novembre 2018

I vescovi italiani approvano: San Leopoldo Mandić “patrono dei malati di tumore”

Non solo santo confessore e modello di misericordia, San Leopoldo Mandić sarà presto anche il «patrono dei malati oncologici». Il piccolo grande cappuccino di origine dalmata, beatificato nel ’76 da Paolo VI e canonizzato da Giovanni Paolo II nel ’83, di cui Papa Francesco volle esporre la salma insieme a quella di padre Pio in Vaticano durante il Giubileo del 2016, è stato scelto dai vescovi della Cei come santo protettore di coloro che soffrono a causa del cancro.

mercoledì 14 novembre 2018

I rischi della pillola dei 5 giorni dopo

C’è una notizia che i media, eccezion fatta per quelli di settore, hanno pressoché snobbato. Il principio attivo della cosiddetta pillola dei cinque giorno dopo, pillola che può avere effetti anche abortivi, si chiama ulipristal acetato. Questo principio attivo è presente anche nell’Esmya, un farmaco per il trattamento dei sintomi da moderati a gravi dei fibromi uterini.

giovedì 8 novembre 2018

Il Signore Eucaristico, il Santo dei Santi, può essere trattato in modo così banale?

Eccellenza, ha scritto molto sull’Eucaristia, in particolare il suo libro Dominus Est. Perché lo ha scritto?

Ho scritto quel libro a causa del triste fenomeno della prassi della cosiddetta “Comunione sulla mano”, una prassi che dimostra in modo evidente e innegabile una banalizzazione della Santissima Eucaristia – una banalizzazione che rasenta la profanazione ed è posta sotto gli occhi di tutti nella stragrande maggioranza delle chiese cattoliche di tutto il mondo, con l’eccezione di poche regioni e diocesi. È provato che tale prassi non è mai esistita nella Chiesa cattolica, e non ha nulla a che fare con una prassi analoga nei primi secoli.

venerdì 2 novembre 2018

Ho pregato per te...

Ho pregato per te… Cosa vuol significare questa espressione e cosa voglio dirti? Con la preghiera ti faccio un dono, molto diverso dai doni intesi come qualcosa di materiale, necessario o utile.
La preghiera che io faccio per te è un dono fuori dall’ordinarietà delle cose di questo mondo ed è una porta aperta verso realtà profonde e spesso incomprensibili, se non all’interno di un cammino di fede.

Forse tu non credi, non ne comprendi il valore, non sai coglierne l’efficacia, ma io prego ugualmente per te e sento che questo dono spirituale può dare qualcosa di diverso alla tua vita.

Messaggio Medjugorje del 2 novembre 2018

Cari figli, il Mio Cuore materno soffre mentre guardo i Miei figli che non amano la verità, che la nascondono; mentre guardo i Miei figli che non pregano con i sentimenti e le opere.
Sono addolorata mentre dico a Mio Figlio che molti Miei figli non hanno più fede, che non conoscono Lui, Mio Figlio.
Perciò invito voi, apostoli del Mio amore: voi cercate di guardare fino in fondo nei cuori degli uomini, e là sicuramente troverete un piccolo tesoro nascosto.
Guardare in questo modo è misericordia del Padre Celeste.
Cercare il bene perfino là dove c’è il male più grande, cercare di comprendervi gli uni gli altri e di non giudicare: questo è ciò che Mio Figlio vuole da voi.

lunedì 29 ottobre 2018

Aiutiamo la Madonna ad aiutarci?

CONSACRAZIONE AL CUORE IMMACOLATO DI MARIA 
Anche quest'anno viene data a tutti la possibilità di rispondere all'invito che Maria SS. ha rivolto ai tre Pastorellli di Fatima di consacrarsi al Suo Cuore Immacolato, seguendo la spiritualità di San Luigi Grignion di Montfort.

Gli Incontri di preparazione sono importanti per conoscere, approfondire e confrontarsi:

venerdì 26 ottobre 2018

Messaggio Medjugorje del 25 ottobre 2018


Cari figli! Voi avete la grande grazia di essere chiamati ad una nuova vita attraverso i messaggi che Io vi do.
Figlioli, questo è tempo di grazia, il tempo e la chiamata alla conversione per voi e per le generazioni future.
 Perciò vi invito, figlioli, pregate di più e aprite il vostro cuore a Mio Figlio Gesù.
Io sono con voi, vi amo tutti e vi benedico con la Mia benedizione materna.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.





mercoledì 24 ottobre 2018

Alberto e Carlo: amici per la pelle con la fama di santità

Alberto Michelotti e Carlo Grisolia sono due giovani amici che incontrano Cristo e restano a lui obbedienti e fedeli. La fedeltà a questa grande amicizia è ricambiata con la vita eterna, nell’aldilà, che incontrano al termine della loro giovane esistenza terrena: muoiono nello stesso anno, il 1980. Alberto aveva 22 anni ed è stato vittima di una tragedia in montagna.

martedì 23 ottobre 2018

"Sorella, posso andare con gli Angeli?"

La sua tomba è situata nella cappella di famiglia nel cimitero di Annecy le Vieux, in Francia, ed è metà di pellegrinaggi tutto l’anno. Perché la piccola Anna de Guignè, venerabile, morta a 10 anni per una meningite, ha lasciato una testimonianza di fede fuori dal comune. Un esempio di giovanissima santità che nel periodo del Sinodo può essere testimonianza vera per migliaia di ragazzi.

Anna, di buona famiglia, è una bambina ribelle, capricciosa, fin troppo vivace.

lunedì 22 ottobre 2018

Annunciate ai ragazzi la vita eterna!

di Costanza Miriano

Quello che ho ascoltato alle conferenze stampa del Sinodo mi fa pensare a quando una volta don Vincent Nagle, trovandosi davanti a una marea di ragazzi e parlando senza riuscire ad attirare la loro attenzione, si interruppe, fece silenzio, poi gridò: “Ragazzi, voi dovete morire”. Il brusio cessò e tutti si misero ad ascoltare (e poi, una volta che cominci ad ascoltare don Vincent, se lo fai entrare nel cuore, sei spacciato).

lunedì 15 ottobre 2018

“Padre, sono pronta a morire per Cristo….”

Questa è la storia di Kainut, una coraggiosa ventenne cresciuta musulmana, con una madre cristiana e un padre musulmano, ma che ha scelto di diventare cattolica. Di conseguenza, lei e la sua famiglia subiscono molestie, discriminazioni e peggio ancora. Secondo la legge islamica, se qualcuno lascia l’Islam, può essere ucciso impunemente.

La Comunione spirituale

Spesso ci capita di restare seduti al banco al momento dell’Eucarestia, non possiamo andare a cibarci del Corpo e Sangue di Cristo e questo ci provoca tanto dolore.
Le ragioni possono essere diverse,  potremmo aver infranto il digiuno di un’ora richiesto, essere in stato di peccato mortale o essere costretti a casa,

mercoledì 10 ottobre 2018

Giornata di spiritualità a Conegliano


La Teologia del corpo di Papa Giovanni Paolo II è un tema molto attuale e ancora sconosciuto a gran parte di noi cristiani.
Infatti molti si chiedono: cosa potrebbe avere a che fare il corpo umano con i fondamenti del credo cristiano?

martedì 9 ottobre 2018

Sinodo: "Cari Vescovi, non fatevi ingannare"

A Sinodo appena iniziato, cominciano anche le soffiate dei media e, a guardare cosa riportano i giornali, in questo sinodo sui giovani si parlerà soprattutto di migranti, lgbt e naturalmente di sesso prematrimoniale, perché la castità sembra essere il motivo principale per cui i giovani si allontanano dalla Chiesa.

Ma noi giovani ci meritiamo molto di più.

lunedì 8 ottobre 2018

Sopravvive all'aborto per morire in braccio alla mamma

Ancora una volta dei genitori hanno ceduto alla tentazione di togliere la vita al loro bambino perché malato, giudicando l’aborto “il meglio” per lui. Ancora una volta il figlio abortito è sopravvissuto all’avvelenamento, sia pure per un’ora.

martedì 2 ottobre 2018

Atto di consacrazione all'Angelo Custode

Santo Angelo Custode!
Sin dall’inizio della mia vita mi sei stato dato a Protettore e Compagno.
Qui, al cospetto dei mio Signore e mio Dio, della mia celeste Madre Maria e di tutti gli Angeli e Santi, io, povero peccatore (Nome…) mi voglio consacrare a te.
Voglio prendere la tua mano e mai più lasciarla.
Prometto di essere sempre fedele ed ubbidiente a Dio ed alla santa Madre Chiesa.
Prometto di professarmi sempre devoto a Maria, mia Signora, Regina e Madre e di prenderla a modello della mia vita.

Messaggio Medjugorje del 2 ottobre 2018

Cari figli, vi invito ad essere coraggiosi e a non desistere, perché anche il più piccolo bene, il più piccolo segno d’amore vince il male sempre più visibile.
Figli Miei, ascoltatemi affinché il bene prenda il sopravvento, affinché possiate conoscere l’amore di Mio Figlio.
Quella è la felicità più grande: le braccia di Mio Figlio che abbracciano.
Lui che ama l’anima, Lui che si è dato per voi e sempre di nuovo si dà nell’Eucaristia, Lui che ha parole di vita eterna.
Conoscere il Suo amore, seguire le Sue orme significa avere la ricchezza della spiritualità.

mercoledì 26 settembre 2018

Messaggio Medjugorje del 25 settembre 2018


Cari figli!
Anche la natura vi offre i segni del suo amore attraverso i frutti che vi dona.
Anche voi, con la Mia venuta, avete ricevuto l’abbondanza dei doni e dei frutti.
Figlioli, quanto avete risposto alla Mia chiamata, Dio sa.
Io vi invito: non è tardi, decidetevi per la santità e per la vita con Dio nella grazia e nella pace!

lunedì 24 settembre 2018

L'ascensore che mi deve innalzare fino al Cielo sono le tue braccia, o Gesù!

«Ho sempre desiderato d'essere una santa, ma, ahimè, ho sempre constatato, quando mi sono confrontata con i Santi, che tra loro e me c'è la stessa differenza che esiste tra una montagna la cui vetta si perde nei cieli e il granello di sabbia, oscuro, calpestato dai piedi dei passanti.
Invece di scoraggiarmi, mi sono detta: il Buon Dio non potrebbe ispirare desideri irrealizzabili; quindi, nonostante la mia piccolezza, posso aspirare alla santità.

Farmi diversa da quello che sono, più grande, mi è impossibile: mi devo sopportare per quello che sono con tutte le mie imperfezioni;

venerdì 14 settembre 2018

"In clausura c'è molta più gioia di vivere rispetto a quella a cui devo rinunciare"

Non c’è nulla di più scandalizzante per il mondo di una bella e giovane ragazza che non solo decide di dare la vita a Cristo, ma che sceglie di entrare in un monastero di clausura. E’ quello che ha fatto pochi giorni fa Lucia Lopez de Aragon Olesti, una giovanissima di Madrid di 22 anni,

lunedì 10 settembre 2018

Oratorio al Collegio Immacolata di Conegliano

UN INVITO A TUTTE LE FAMIGLIE!
Questo è un posto bello, sano, accogliente, gioioso, educativo per i ragazzi di tutte le età, anche per chi proprio piccolo non è e vuole fare qualcosa di concreto nella propria vita e nello stesso tempo ricevere tanto perchè chi trova un amico trova un tesoro!

Oratorio Collegio Immacolata
via Madonna, 20
Conegliano
Tel 391 386 2946








mercoledì 5 settembre 2018

Considero un privilegio servire gli altri

"Un giorno, mentre ero nei quartieri poveri di Calcutta e stavo per ritornare nella mia stanza, ho visto una donna che giaceva sul marciapiede. Era debole, sottile e magrissima, si vedeva che era molto malata e l’odore del suo corpo era così forte che stavo per vomitare, anche se le stavo solo passando vicino.

Sono andata avanti e ho visto dei grossi topi che mordevano il suo corpo senza speranza, e mi sono detta: questa è la cosa peggiore che hai visto in tutta la tua vita. Tutto quello che volevo in quel momento, era di andarmene via il più presto possibile e dimenticare quello che avevo visto e non ricordarlo mai più.

domenica 2 settembre 2018

Messaggio Medjugorje del 2 settembre 2018

Cari figli, le Mie parole sono semplici, ma sono colme di amore materno e sollecitudine.
Figli Miei, su di voi si addensano sempre più ombre di tenebra e d’illusione, ma Io vi invito alla luce e alla verità: Io vi invito a Mio Figlio.
Solo Lui può trasformare la disperazione e la sofferenza in pace e serenità.
Solo Lui può dare speranza nei dolori più profondi.
Mio Figlio è la vita del mondo.

domenica 26 agosto 2018

Messaggio Medjugorje del 25 agosto 2018


Cari figli!
Questo è tempo di grazia.
Figlioli, pregate di più, parlate di meno e lasciate che Dio vi guidi sulla via della conversione.
Io sono con voi e vi amo con il Mio amore materno.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.






sabato 25 agosto 2018

Santi in jeans e scarpe da ginnastica

di P. Riccardo Garzari

Abbiamo bisogno di santi…che vadano al cinema, ascoltino musica e passeggino spensierati con gli amici.
Abbiamo bisogno di santi che hanno messo Dio al primo posto... e si distinguano nell’università.
Abbiamo bisogno di santi che trovino il tempo ogni giorno per pregare e conoscano l'amore della purezza.

venerdì 24 agosto 2018

Le virtù teologali

« Tutto quello che è vero, nobile, giusto, puro, amabile, onorato, quello che è virtù e merita lode, tutto questo sia oggetto dei vostri pensieri » (Fil 4,8).

La virtù è una disposizione abituale e ferma a fare il bene, essa consente alla persona, non soltanto di compiere atti buoni, ma di dare il meglio di sé. Con tutte le proprie energie sensibili e spirituali la persona virtuosa tende verso il bene, lo ricerca e lo sceglie in azioni concrete.

Ecco chi è il «santo bevitore» a cui papa Francesco renderà omaggio a Dublino

Sabato prossimo, durante il tragitto che lo porterà nella Cattedrale di Dublino per l’incontro con le famiglie, papa Francesco si fermerà a venerare le reliquie di una figura di santità che sembra uscire dritta dalle pagine de La leggenda del santo bevitore di Joseph Roth.

È quella di Matt Talbot, un operaio di Dublino, ex alcolista morto negli anni Venti del ’900.

giovedì 23 agosto 2018

E io, che posso fare per gli altri?

di P. Riccardo Garzari L.C.
"Mano Amiga": una scuola per i bambini poveri che ha cambiato la vita sociale di una valle

Dopo le missioni con i ragazzi italiani, sono ancora in Messico, e ho cominciato a visitare altre realtà. Mi trovo nella Valle di Chalco, una valle vicina a Città del Messico, nata dal prosciugamento di un antico lago.

mercoledì 22 agosto 2018

La vita del vero cristiano

di P. Riccardo Garzari L.C.
Sono appena tornato da un'altra settimana di missioni, questa volta in un paesino a circa 2500 metri di altezza. Qui non c'era proprio segnale di internet... Anche se è arrivato il mattone, come in molti paesini, qui chiamati "rancherias", non vuol dire che non ci sia estrema povertà...

venerdì 17 agosto 2018

Preghiera a Dio Padre


Padre, 
la terra ha bisogno di Te;

L'uomo, ogni uomo ha bisogno di Te;
l'aria pesante e inquinata ha bisogno di Te.

giovedì 16 agosto 2018

Imparare a pregare è un atteggiamento, non una tecnica

di P. Riccardo Garzari L.C.
A pregare si impara nella stessa maniera in cui si impara a respirare, a vedere, a piangere, a camminare.
Se qualcuno ti chiedesse di insegnargli a "vedere", cosa gli risponderesti??
Se credi che Dio è presente nella tua vita, dialoga con Lui.
Se credi che Dio è lì che ti guarda, beh, guardalo anche tu.

mercoledì 8 agosto 2018

Dio può tutto con la nostra fede

di P. Riccardo Garzari L.C.
Da un paio di giorni siamo arrivati in missione alla Sierra di Puebla.
Ci ospita un parroco che cura 25 paesini, e vive qui da 19 anni e mezzo. Visitando le famiglie, mi hanno raccontato che molti anni fa è cominciato a piovere in abbondanza per vari giorni e le falde dei monti hanno cominciato a cedere.

venerdì 3 agosto 2018

Dio è l'unico senso della vita per ogni persona

di P. Riccardo Garzari L.C.
Prima di cominciare un'altra missione, sto vivendo qualche giorno in un corso estivo dove 57 giovani con età dai 18 ai 22 anni, cioè che hanno appena fatto l'esame di maturità oppure che sono studenti universitari, si stanno preparando per donare un anno intero della loro vita come volontari per aiutare i sacerdoti nell'evangelizzazione.

giovedì 2 agosto 2018

Il mio aiutante missionario

Era il 1991 e mi trovavo in nord Italia. Andai a far visita a un giovane ventisettenne, Lauro: era la mia prima esperienza con un malato di Aids.
Una caratteristica comune dei malati terminali è la monotonia delle ore che trascorrono lentamente sotto il peso di una cruda realtà: per loro non rimane altro da fare che aspettare la morte.Si confessò e prese la Comunione dopo tanti anni.

Messaggio Medjugorje del 2 agosto 2018

Cari figli, con amore materno vi invito ad aprire i vostri cuori alla pace, ad aprire i vostri cuori a Mio Figlio, a cantare nei vostri cuori l’amore verso Mio Figlio, perché solo da questo amore arriva la pace dell’anima.
Figli Miei, so che avete la bontà, so che avete l’amore, l’amore misericordioso. Però molti Miei figli hanno ancora cuori chiusi, pensano di poter agire senza rivolgere i loro pensieri verso il Padre Celeste che illumina, verso Mio Figlio che è sempre nuovamente con voi nell’Eucarestia e desidera ascoltarvi.
Figli Miei, perché non Gli parlate? La vita di ognuno di voi è importante e preziosa perché è il dono del Padre Celeste per l’eternità, perciò non scordatevi mai di ringraziarLo, parlateGli.

mercoledì 1 agosto 2018

Preghiera per il Perdono d'Assisi

Signor mio Gesù Cristo, prostrato innanzi alla vostra reale presenza nel Santissimo Sacramento, io vi adoro con tutta la sommissione dell’anima mia è pentito delle mie azioni contro i vostri insegnamenti, vi prego di concedermi la grazia dell’acquisto della Santa Indulgenza del Perdono di Assisi che accordaste a nostro fratello serafico padre Francesco.

martedì 31 luglio 2018

Riflessioni nella pausa domenicale dalle missioni

di P. Riccardo Garzari L.C.
Servono missionari.
Non necessariamente nei Paesi poveri materialmente, come qui in Messico, anche se chi ci va, fa un grande bene.
Ma soprattutto servono da noi, in Italia, dove siamo poveri spiritualmente. Molte persone vivono ancora di tradizioni religiose, ma la maggior parte dei giovani purtroppo non le capisce più, ed è assetata di spiritualità pura. Non trovandola, si allontana, e molte volte perde il senso del perché sta vivendo questa vita.

Tutto è nato da un piccolo sì

Dunque, prima di tutto mi sembra giusto e bello raccontare la storia dall’ inizio.
Dopo esserci sposati Paola ed io abbiamo scoperto che sarebbe stato impossibile avere figli. Succedeva che Paola rimaneva gravida, ma per un problema di una malattia autoimmune (antifosfolipido) giunti al terzo mese di gravidanza avveniva un aborto spontaneo e così abbiamo perso tre bambini (persi no perché sono in Paradiso che pregano e intercedono per noi!). Il terzo aborto avvenne qui in Brasile, dove stavamo trascorrendo un anno di volontariato in una istituzione cattolica che accoglie bambini di strada.