martedì 31 gennaio 2017

I consigli di san Giovanni Bosco per accostarsi all'Eucaristia

Grande protettore dell’infanzia, san Giovanni Bosco diceva ai ragazzi e ai suoi confratelli: “Non esiste nulla che il demonio tema di più di queste due cose: una comunione ben fatta e le visite frequenti al Santissimo Sacramento: Volete che il Signore ci doni tante grazie? Visitatelo spesso. Volete che il Signore ce ne dia poche? Visitatelo poche volte“.

La battaglia decisiva tra la Maria Santissima ed il demonio

Nella sua intervista del 1957 con Padre Fuentes, Suor Lucia di Fatima parlò di una battaglia decisiva tra la Beata Vergine Maria ed il diavolo. affermando:
“Padre, il diavolo è in procinto di ingaggiare una battaglia decisiva contro la Beata Vergine. E il diavolo sa cos’è che più di tutto offende Dio e che gli procurerà in breve tempo il maggior numero di anime. Così il diavolo fa di tutto per avere la meglio sulle anime consacrate a Dio, perché sa che in questo modo, le anime dei fedeli, lasciate senza guida, cadranno più facilmente nelle sue mani.

lunedì 30 gennaio 2017

Da “ragazzaccia” a santa, la storia di Giacinta Marescotti

Spesso sembra che i santi si inquadrino in due categorie: grandi peccatori convertiti in un istante ed esempi di virtù mai tentati dal peccato. Più si conoscono, più si scopre che sia grandi peccatori che grandi santi hanno lottato e sono stati tentati nella loro vita. È incoraggiante vedere Santa Maria Egiziaca lottare contro i ricordi del suo peccato ancora quindici anni dopo la sua conversione, o leggere delle lotte che visse il piissimo Sant’Antonio da Padova,

giovedì 26 gennaio 2017

Messaggio Medjugorje 25 gennaio 2017

Cari figli! Oggi vi invito a pregare per la pace.
Pace nei cuori umani, pace nelle famiglie e pace nel mondo. Satana è forte e vuole farvi rivoltare tutti contro Dio, riportarvi su tutto ciò che è umano e distruggere nei cuori tutti i sentimenti verso Dio
e le cose di Dio.
Voi, figlioli, pregate e lottate contro il materialismo, il modernismo e l'egoismo che il mondo vi offre.
Figlioli, decidetevi per la santità ed Io, con Mio Figlio Gesù, intercedo per voi.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.


martedì 17 gennaio 2017

Suor Lucia di Fatima presto beata

Suor Lucia presto beata: la data è quella del 13 febbraio prossimo e coinciderà con la chiusura del processo diocesano che chiuderà la prima delle due fasi del processo canonico. Dopo quella data la causa per dichiarare Beata l’ultima veggente di Fatima approderà a Roma dove sarà al vaglio della Congregazione per le cause dei santi.
Lo riferisce l’agenzia Ecclesia Portugal che ha citato l’annuncio del giornae diocesano di Coimbra nel cui territorio è morta a 98 nel 2005 suor Lucia de Jesus.

Nostra Signora di Pontmain

Nostra Signora di Pontmain (o secondo il titolo ufficiale Nostra Signora della Preghiera o, più semplicemente, Madonna di Pontmain) è l’appellativo con cui la Chiesa cattolica venera Maria, madre di Gesù apparsa nel 1871 nel villaggio francese di Pontmain, vicino a Laval, nella Loira.
Un’apparizione silenziosa

Veggenti e testimoni davanti al granaio Barbedette (17.01.1871)
La sera del 17 gennaio 1871 Eugène Barbedette, un ragazzino di dodici anni, stava aiutando suo padre nel granaio a pestare il ginestrone, usato come foraggio per gli animali; anche suo fratello di dieci anni, Joseph, si trovava lì con loro.

sabato 7 gennaio 2017

Lo splendido appello natalizio di un Sacerdote diocesano

In questo inizio dell’anno 2017, nel corso del quale celebreremo il decimo anniversario del Motu Proprio Summorum Pontificum, siamo lieti di divulgare lo splendido appello in favore della celebrazione della forma straordinaria del rito romano lanciato con fervore da un sacerdote diocesano sulle frequenze di Radio Maria. Un appello tanto più toccante perché partito da un luogo altamente simbolico: la città di Trento, che ha «canonizzato» la messa romana.

Martedì 29 novembre 2016, Radio Maria trasmetteva il rosario, i vespri e la messa (forma ordinaria) dalla chiesa della Santissima Annunziata di Trento, sita nei dintorni della Cattedrale dove si aprì, nel 1545, il famoso Concilio.

Come ricevere la santa Eucaristia, mistero per eccellenza della fede.

di Raymond Leo Burke, cardinale
Nulla è più importante nella vita di un cattolico della santa Eucaristia. Il Decreto del Concilio Vaticano II sulla vita e il ministero sacerdotale, ispirandosi ad un testo di S. Tommaso, dichiara: «nella santissima Eucaristia è racchiuso tutto il bene spirituale della Chiesa, cioè lo stesso Cristo, nostra pasqua, lui il pane vivo che, mediante la sua carne vivificata dallo Spirito Santo e vivificante dà vita agli uomini i quali sono in tal modo invitati e indotti a offrire assieme a lui se stessi, il proprio lavoro e tutte le cose create».

giovedì 5 gennaio 2017

La Life "accarezza" i bambini mai nati

Non è un dolore minore. Non è nemmeno un dolore di cui vergognarsi per aver, in qualche modo, fallito. Quel cuoricino - a qualsiasi età gestazionale smetta di battere - appartiene a un bambino. È di un figlio cercato, desiderato, magari giunto inaspettatamente. Ma lui era un bambino, avrà anche un nome per sempre e, la sua, era una vita che andava vissuta. I suoi erano occhi che dovevano aprirsi alla luce.

mercoledì 4 gennaio 2017

Santa Gianna, la mia mamma

I Molla erano una famiglia felice, unita, benestante: papà Pietro, ingegnere, dirigeva una fabbrica di fiammiferi a Magenta, non lontano da Milano; mamma Giovanna, chiamata da tutti Gianna, era medico condotto e pediatra nella vicina Mesero. Entrambi cresciuti in famiglie numerose e profondamente credenti, entrambi militanti dell’Azione cattolica, si erano conosciuti nel 1954 quando lei aveva 32 anni e lui 42 e meno di un anno dopo erano già sposi.
Nel 1956 nasce Pierluigi, l’anno successivo Mariolina e nel 1959 Laura.

lunedì 2 gennaio 2017

Messaggio Medjugorje 2 gennaio 2017

Cari figli, Mio Figlio era sorgente di amore e di luce quando, sulla terra, parlava al popolo di tutti i popoli.
Apostoli Miei, seguite la Sua luce. Farlo non è facile: dovete essere piccoli, dovete farvi più piccoli degli altri e, con l’aiuto della fede, riempirvi del Suo amore. Senza fede, nessun uomo sulla terra può vivere un’esperienza miracolosa.
Io sono con voi, Mi manifesto a voi con queste venute, con queste parole. Desidero testimoniarvi il Mio amore e la Mia cura materna.
Figli Miei, non perdete tempo facendo domande a cui non ricevete mai risposta: al termine del vostro percorso terreno, il Padre Celeste ve le darà.
Sappiate sempre che Dio sa tutto, Dio vede, Dio ama.

La carità di Maria

Un’unica virtù con due “ali”. La carità non è altro che l’amore, ovvero il dare totalmente se stessi, e ci è comandata da Dio nell’Antico e nel Nuovo Testamento con un precetto che ne specifica i due termini: Dio e il prossimo. Non si può amare Dio e non il prossimo, così come l’amore del prossimo non è vero, autentico e puro se non è mosso dall’amore di Dio.
Maria, Regina dell’amore, la più amata, la più amabile e la più amorevole di tutte le creature (san Francesco di Sales), fu straordinaria in questa virtù, in entrambe le direzioni.