mercoledì 30 novembre 2016

Erano le 4 del pomeriggio quando Andrea incontrò Gesù. Nulla fu mai più come prima

Il 30 novembre nel Martirologio romano si legge: Festa di sant’Andrea, Apostolo: nato a Betsaida, fratello di Simon Pietro e pescatore insieme a lui, fu il primo tra i discepoli di Giovanni Battista ad essere chiamato dal Signore Gesù presso il Giordano, lo seguì e condusse da lui anche suo fratello. Dopo la Pentecoste si dice abbia predicato il Vangelo nella regione dell’Acaia in Grecia e subíto la crocifissione a Patrasso.

lunedì 28 novembre 2016

Medjugorje, niente comunione a divorziati risposati

«I cattolici sposati validamente che abbiano successivamente divorziato e si siano nuovamente sposati, non possono ricevere la santa Comunione fino a quando non avranno risolto la propria situazione in contraddizione con la Legge di Dio». È quanto si legge nella circolare pubblicata nei giorni scorsi dal vescovo di Mostar-Duvno, Ratko Peric, in applicazione dell'esortazione apostolica Amoris Laetitia.

«Negare la Comunione è vera misericordia»

Pubblichiamo la testimonianza di un uomo, figlio di divorziati risposati, che racconta di come l'impossibilità di accedere alla Comunione sia stata per sua madre la più grande misericordia che la Chiesa potesse concederle. Un'ulteriore prova che le spinte in corso in vista del Sinodo per rendere lecite le seconde nozze sono lontane dalla realtà quotidiana del popolo di Dio. Ovviamente la firma di questo articolo è uno pseudonimo, per garantire la privacy all'autore. 

sabato 26 novembre 2016

Messaggio del 25 novembre 2016

Cari figli! Anche oggi vi invito a ritornare alla preghiera.
In questo tempo di grazia, Dio Mi ha permesso di guidarvi verso la santità e verso una vita semplice, affinché nelle piccole cose possiate scoprire Dio Creatore, innamorarvi di Lui e affinché la vostra vita sia un ringraziamento all’Altissimo per tutto quello che Lui vi dona.
Figlioli, la vostra vita sia un dono per gli altri nell’amore e Dio vi benedirà. E voi, testimoniate senza interesse, per amore verso Dio.
Io sono con voi e intercedo davanti a Mio Figlio per tutti voi.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata

martedì 22 novembre 2016

Lettera Apostolica "Misericordia et Misera"

FRANCESCO
a quanti leggeranno questa Lettera Apostolica
misericordia e pace

Misericordia et misera sono le due parole che sant’Agostino utilizza per raccontare l’incontro tra Gesù e l’adultera (cfr Gv 8,1-11). Non poteva trovare espressione più bella e coerente di questa per far comprendere il mistero dell’amore di Dio quando viene incontro al peccatore: «Rimasero soltanto loro due: la misera e la misericordia».[1]

Preghiamo per i Sacerdoti-confessori

PREGHIAMO PER TUTTI I SACERDOTI-CONFESSORI affinché siano sempre MINISTRI DELLA MISERICORDIA secondo il Cuore di Gesù.

"Ai sacerdoti rinnovo l’invito a prepararsi con grande cura al ministero della Confessione, che è una vera missione sacerdotale. Vi ringrazio sentitamente per il vostro servizio e vi chiedo di essere accoglienti con tutti;

Il Papa: “Aborto ed eutanasia false compassioni. I medici cattolici facciano obiezione”

Il discorso di Papa Francesco all’Associazione Medici Cattolici Italiani, del 16 novembre 2014, udienza nell’Aula Paolo VI, in Vaticano.

Non c’è dubbio che, ai nostri giorni, a motivo dei progressi scientifici e tecnici, sono notevolmente aumentate le possibilità di guarigione fisica; e tuttavia, per alcuni aspetti sembra diminuire la capacità di “prendersi cura” della persona, soprattutto quando è sofferente, fragile e indifesa.

martedì 15 novembre 2016

Piccola martire di 11 anni morta per salvare le ostie consacrate

L’Arcivescovo e scrittore statunitense, Fulton J Sheen è stato un uomo di grande fede, capace di ispirare con la sua opera ed i suoi scritti migliaia di fedeli ed anche parecchi sacerdoti. Prima della sua morte, avvenuta nel 1979, è stato intervistato da un quotidiano locale in occasione della presentazione del suo ultimo libro intitolato “Lenten and Easter Inspiration” (pubblicato nel 1967),

venerdì 11 novembre 2016

"Essere salvati non vuol dire sfuggire alla punizione, ma essere liberati dal male che ci abita"

A partire dal 24 agosto di quest'anno l'Italia è stata colta da una serie di violente scosse sismiche, che dopo due mesi, non accennano a diminuire. Le scosse, secondo i sismologi, sono state migliaia, di intensità e magnitudine diversa. Fino ad oggi hanno provocato un numero limitato di vittime, ma gravi danni alle chiese e agli edifici pubblici e privati, privando dei loro beni e delle loro case decine di migliaia di italiani.

Aperto il Santo Sepolcro

Dal 26 al 28 ottobre scorso, la lastra di marmo che copre la tomba di Cristo è stata aperta. Un gruppo di scienziati e religiosi ha avuto accesso al luogo, e sono subito iniziate a correre le voci. In primo luogo, si è riusciti a percepire un “dolce aroma” che emanava dalla tomba, che ricordava le manifestazioni olfattive associate a certi santi. In secondo luogo, certi strumenti di misurazione impiegati dagli scienziati sono stati alterati dalle perturbazioni elettromagnetiche.

Il nuovo Documento della Chiesa sulla cremazione

da Congregazione per la Dottrina della Fede

Per risuscitare con Cristo, bisogna morire con Cristo, bisogna «andare in esilio dal corpo e abitare presso il Signore» (2 Cor 5,8). Con l'Istruzione Piam et constantem del 5 luglio 1963, l'allora Sant'Uffizio ha stabilito che «sia fedelmente mantenuta la consuetudine di seppellire i cadaveri dei fedeli», aggiungendo però che la cremazione non è «di per sé contraria alla religione cristiana» e che non siano più negati i sacramenti e le esequie a coloro che abbiano chiesto di farsi cremare,

mercoledì 2 novembre 2016

Messaggio del 2 novembre 2016 a Mirjana

Figli miei, venire a voi e rivelarmi a voi è grande gioia per il Mio Cuore Materno.
Questo è dono del Mio Figlio per voi e per gli altri che verranno.
Come Madre vi invito: amate Mio Figlio al di sopra di tutto. Per poter amarlo con tutto il cuore dovete conoscerLo. Lo conoscerete con la preghiera.
Pregate con il cuore e con sentimento. Pregare significa pensare al Suo Amore e al Suo Sacrificio. Pregare significa amare, dare, soffrire ed offrire.
A voi figli Miei invito ad essere apostoli della preghiera e dell’amore.

Messaggio straordinario a Ivan 28 ottobre 2016

Ecco ciò che Ivan ha riferito circa l’apparizione da lui avuta stasera, venerdì 28 ottobre 2016, alla Croce blu alle ore 21:00:
«Anche oggi, dopo l’incontro con la Madonna, vorrei avvicinare e descrivere anche a voi l’incontro di stasera. Anche oggi la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all’inizio, ci ha salutato tutti col suo materno saluto: “Sia lodato Gesù, cari figli miei!”. Poi ha pregato in particolare qui su tutti voi malati ed, in seguito, ha pregato con le mani distese su tutti noi.