venerdì 27 dicembre 2013

Messaggio Medjugorje 25 dicembre 2013


Cari figli! Vi porto il Re della pace perché Lui vi dia la Sua pace. 
Voi, figlioli, pregate, pregate, pregate. 
Il frutto della preghiera si vedrà sui volti delle persone che si sono decise per Dio e per il Suo Regno. 
Io con il Mio figlio Gesù vi benedico tutti con la benedizione della pace. 
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.

Messaggio a Jakov 25 dicembre 2013

Figlioli, Gesù oggi in particolar modo desidera abitare nei vostri cuori e condividere con voi ogni vostra gioia e ogni dolore. 
Perciò figlioli in special modo guardate nel vostro cuore e chiedetevi se veramente la pace e la gioia con la nascita di Gesù ha conquistato il vostro cuore. 
Figlioli non vivete nel buio, ma cercate di andare verso la luce e verso la salvezza di Dio. 
Figli decidetevi per Gesù e donate a lui la vostra vita e i vostri cuori, solo così l’Onnipotente potrà lavorare con voi e per mezzo di voi.

martedì 24 dicembre 2013

Buon Natale!




Il Bambino Gesù 
con un dolcissimo sorriso 
ci invita a raccoglierci attorno alla culla
 per adorarlo e offrirgli in dono i nostri cuori. 

domenica 22 dicembre 2013

La "Sacra Culla" di Santa Maria Maggiore

Della mangiatoia se ne trova testimonianza nel versetto sette del capitolo secondo del Vangelo di Luca, in un passaggio che racchiude il senso del Natale, poiché rallegra i bambini e intenerisce gli adulti: “Maria diede alla luce il suo figlio primogenito, lo fasciò, e lo depose in una mangiatoia, perché non c’era posto per loro nell’albergo”.

sabato 21 dicembre 2013

Il rapporto tra uomo e Dio esige "mistero", non "pubblicità"

Nel venire al mondo Dio non si fa “pubblicità”. Sceglie, piuttosto, la via del silenzio e del mistero. Durante l’omelia per la messa di stamattina alla Casa Santa Marta, papa Francesco, traendo spunto dal Vangelo odierno (cfr. Lc 1,26-38), ha ricordato come l’Angelo annuncia a Maria che la potenza dell’Altissimo “coprirà la sua ombra”.

Abigail - La forza della preghiera

Ha lasciato tutti con il fiato sospeso, finché non ha fatto un ampio respiro e poi ha cominciato a piangere. Non era per nulla scontato che Abigail Rose, la figlia della deputata repubblicana 34enne Jaime Herrera Beutler nata il 15 di luglio, sopravvivesse.

venerdì 20 dicembre 2013

Miserere, storie di cristiani perseguitati - La statua della Madonna decapitata

Sono arrivati, improvvisi e violenti, come una folata di vento. Le teste coperte da barbe e turbanti neri, sono balzati a terra da pick-up bianchi su cui sventolava la bandiera tetra di Al-Qaeda con la shahada scritta in giallo. Gridando il nome di Allah hanno sfondato la porta della chiesa e hanno dato inizio allo scempio.

giovedì 19 dicembre 2013

"Gesù è Dio-con noi da sempre e per sempre"

La catechesi di papa Francesco durante l'Udienza Generale di mercoledì

Cari fratelli e sorelle, buongiorno,

questo nostro incontro si svolge nel clima spirituale dell’Avvento, reso ancor più intenso dalla Novena del Santo Natale, che stiamo vivendo in questi giorni e che ci conduce alle feste natalizie.

I 33 giorni di Clodagh, la bambina che non doveva nascere e che invece "ha portato solo gioia"

Questa è la storia di una Clodagh, una bambina vissuta poco più di un mese. Il padre e la madre, Darren e Derbhille McGill, durante il dibattito sull’aborto in Irlanda, hanno deciso di mostrare con un video i 33 giorni passati con «nostra figlia che ci dicevano che non sarebbe sopravvissuta. Ci dicevano che stavamo sbagliando. Invece ogni giorno è stato prezioso».

mercoledì 18 dicembre 2013

"Lasciamo che il Signore scriva la nostra storia"

Una giornata diversa dalle altre alla Casa Santa Marta, in occasione del 77° compleanno del suo più illustre “inquilino”. Per il suo genetliaco, papa Francesco ha voluto celebrare la messa mattutina alla presenza dell’intero personale della Casa.

Nel corso dell’omelia, parlando del Vangelo (Mt 1,1-17) che descrive la genealogia di Gesù, il Santo Padre ha scherzato: “Qualcuno una volta ho sentito che diceva: ‘Ma questo brano del Vangelo sembra l’elenco telefonico!”.

martedì 17 dicembre 2013

Buon Compleanno Santo Padre!


"Signore, libera il tuo popolo dallo spirito del clericalismo"

A Papa Francesco il clericalismo proprio non piace. In più di un’occasione, l’ha definito una patologia di cui è affetta la Chiesa moderna. Anche nella Messa mattutina a Santa Marta, nel terzo lunedì d’Avvento, il Pontefice ha stigmatizzato tale atteggiamento affermando che esso trova spazio quando nella Chiesa manca la profezia. Quindi, la vita stessa di Dio.

lunedì 16 dicembre 2013

Babbo Natale si chiamava San Nicola

Mese di dicembre, gli spot pubblicitari ci propongono fino alla noia uno strano personaggio vestito di rosso, con barba e baffi bianchi chiaramente posticci, che distribuisce regali. È il cosiddetto “Babbo Natale”, una fra le tante americanate che hanno invaso la nostra vita, certo più innocua di Halloween, ma sempre frutto di una mentalità mondano-protestante che cerca di svuotare e sbiadire i contenuti della nostra fede e che nulla ha a che fare con la nostra cultura cattolica.

"La nostra gioia è Gesù Cristo"

Le parole di papa Francesco durante l'Angelus

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Oggi è la terza domenica di Avvento, detta anche domenica Gaudete,  cioè domenica della gioia. Nella liturgia risuona più volte l’invito a gioire, a rallegrarsi, perché? Perché il Signore è vicino. Il Natale è vicino.

venerdì 13 dicembre 2013

Ascoltiamo il sussurro di Dio: "Tu sei come un vermiciattolo per me, ma ti amo tanto"

Avete presente la vocina stridula e un po’ buffa che solitamente le mamme e i papà usano quando parlano ai loro bambini? Quel tono ridicolo e affettuoso che viene naturale fare di fronte ad un esserino piccolo e innocente? Ecco, Dio ci parla a noi proprio con quella voce, come un genitore pieno di tenerezza per la sua progenie. Sembra un po’ strano, ma se lo dice Papa Francesco bisogna crederci.

giovedì 12 dicembre 2013

La salvezza è aprirsi a Gesù

La catechesi di papa Francesco durante l'Udienza Generale di mercoledì

Cari fratelli e sorelle, buongiorno.

Oggi vorrei iniziare l’ultima serie di catechesi sulla nostra professione di fede, trattando l’affermazione «Credo la vita eterna». In particolare mi soffermo sul giudizio finale.

Dio non ha paura della tenerezza. E si fa bambino...

Il Signore offre al suo popolo la consolazione, tiene costantemente aperte le porte della speranza e “rifà tutte le cose”. Lo ha detto Papa Francesco durante l’omelia nella Messa alla Casa Santa Marta.

lunedì 9 dicembre 2013

Storia di Lorenzo, cinque anni di vita piena

La vita di Lorenzo Costantini è durata appena cinque anni, segnati sin dall’inizio dalla diagnosi di una malattia rara, la Sma di tipo 1, che gli permetteva a malapena di muovere la testa e gli occhi. 
La sua è una di quelle storie che fa sorgere nel cuore tante domande, ma basta parlare con i suoi genitori perché tutte lascino il campo a una sola grande certezza: la sua voglia di vivere non gli ha impedito di cambiare per sempre la vita di chi gli ha voluto bene.

La vita di Maria non è stata facile

Angelus di Papa francesco

Cari fratelli e sorelle, buongiorno,

questa seconda domenica di Avvento cade nel giorno della festa dell’Immacolata Concezione di Maria, e allora il nostro sguardo è attratto dalla bellezza della Madre di Gesù, la nostra Madre! Con grande gioia la Chiesa la contempla «piena di grazia» (Lc 1,28), e cominciando con queste parole la salutiamo tutti assieme: "piena di grazia".

Preghiera di Papa Francesco durante l'Atto di venerazione all'Immacolata a Piazza di Spagna

Tu sei la Tutta Bella, o Maria!



Vergine Santa e Immacolata,
a Te, che sei l’onore del nostro popolo
e la custode premurosa della nostra città,
ci rivolgiamo con confidenza e amore.
Tu sei la Tutta Bella, o Maria!

sabato 7 dicembre 2013

Maria


Volete vedere la bellezza della creazione?
Guardate Maria, la creatura più bella 
che mai ci sia stata
e ci potrà essere fino alla fine dei secoli.

Maria è la Regina vestita di sole.
Maria è una trasparenza di Dio.

venerdì 6 dicembre 2013

Fare del male pronunciando "parole cristiane senza Cristo"

Mentre nella stanza adiacente gli otto cardinali proseguono i lavori per riformare la Curia romana, anche Papa Francesco continua, nella Cappellina della Domus Santa Marta, un’opera di riforma. Non dei Dicasteri vaticani, bensì delle coscienze dei cristiani. Infatti, il Santo Padre ha denunciato un aspetto dell’essere cristiani che già qualche mese fa aveva stigmatizzato in una delle sue ‘famose’ omelie mattutine.

giovedì 5 dicembre 2013

"Siamo discepoli di Colui che è venuto, viene ogni giorno e verrà alla fine"

La catechesi di papa Francesco durante l'Udienza Generale di mercoledì

Cari fratelli e sorelle, buongiorno!

Oggi ritorno ancora sull’affermazione «Credo la risurrezione della carne». Si tratta di una verità non semplice e tutt’altro che ovvia, perché, vivendo immersi in questo mondo, non è facile comprendere le realtà future.

mercoledì 4 dicembre 2013

Tempo di Avvento

Inizia un nuovo anno liturgico, ritorna il tempo dell’Avvento a risvegliare in noi il senso dell’attesa della venuta di Gesù. Infatti, in questa parte dell’anno liturgico si fa memoria di un evento/avvento: la venuta nella storia del Messia, il Figlio di Dio, che assume la nostra stessa carne nella Vergine Maria, per opera dello Spirito Santo.

martedì 3 dicembre 2013

Messaggio Mirjana 2 dicembre 2013

Cari figli, con materno amore e materna pazienza, guardo il vostro continuo vagare ed il vostro smarrimento. Per questo sono con voi.
Desidero anzitutto, aiutarvi a trovare e a conoscere voi stessi, affinché poi possiate capire e riconoscere tutto ciò che non vi permette di conoscere sinceramente e con tutto il cuore l’amore del Padre celeste.
Figli Miei, il Padre si conosce per mezzo della Croce. Perciò non rifiutate la croce: col Mio aiuto, cercate di comprenderla ed accoglierla. Quando sarete in grado di accettare la Croce, capirete anche l’amore del Padre Celeste.

Essere amati da Cristo. E innamorarsi di Lui

​L’amore nasce da un incontro; è una scintilla divina che intercorre tra cuori aperti all’accoglienza dell’altro, anzitutto all’accoglienza dell’Altro che è Gesù Cristo, l’Amore divino incarnato: «Dio infatti ha tanto amato il mondo da dare il Figlio unigenito, perché chiunque crede in lui non vada perduto, ma abbia la vita eterna» (Gv 3,16). 

Vivere, perciò, è credere all’Amore, è innamorarsi dell’Amore. Per questo il Figlio di Dio è entrato nella storia dell’umanità quale Figlio dell’uomo: «Tu sei il più bello tra i figli dell’uomo. / Sulle tue labbra è diffusa la grazia; / perciò Dio ti ha benedetto per sempre» (Sal 45,3). 

Lasciamoci incontrare da Gesù "col cuore aperto"

Il Natale non è soltanto una "ricorrenza temporale", né il "ricordo di una cosa bella". Lo ha detto papa Francesco durante l'omelia in occasione della prima messa d'Avvento celebrata alla Casa Santa Marta.