giovedì 6 giugno 2013

Provvidenza divina - Testimonianza di Catalina Rivas

Leggiamo insieme qualche pagina tratta dal libretto "Provvidenza divina" Editrice Ancilla.

Due giorni dopo, il Signore disse che avremmo continuato la nostra occupazione più tardi, e subito mi vidi in una chiesa, di fronte ad un gruppo di persone che aspettavano il loro turno per confessarsi. 
Apparvero davanti ai miei occhi molte "ombre", il cui corpo aveva l'aspetto di esseri umani, ma le teste erano di animali. Stavano legando una persona che andava verso il confessionale, con lacci al collo e alla fronte e, mentre facevano questo, le dicevano qualcosa all'orecchio...


All'improvviso una di queste ombre si separò con molta delicatezza dalle altre e, preso l'aspetto di una donna abbigliata e acconciata in maniera molto provocante, sfilò davanti ad un uomo che stava andando a confessarsi; in questo modo, quell'uomo si distrasse soffermandosi a rimirarla. Quegli esseri orribili ridevano a crepapelle molto compiaciuti. Un Angelo lottava con le mani cercando di mettere in fuga quelle fiere.

Tra le altre persone che aspettavano per confessarsi, vi era una giovane molto umile, che teneva tra le mani un piccolo libro di preghiere; si vedeva che era raccolta, stava leggendo e poi meditava... Le ombre le si avvicinarono, ma a distanza e non riuscivano ad avvolgerla nei lacci; era come se l'Angelo che l'accompagnava fosse più forte di loro (così ho pensato io).

Ero lì che osservavo e, quando quella giovane terminò di confessarsi, vidi che non era più vestita come prima; aveva, ora, un ampio abito color perla, quasi bianco, con un diadema di fiori sulla testa, si muoveva circondata da quattro Angeli che accompagnavano i suoi passi verso l'Altare. Aveva il volto pieno di pace. Giunta là, si inginocchiò per pregare, certamente per la penitenza e gli Angeli con le mani unite si misero anche loro in atteggiamento di preghiera. Quindi la visione si concluse e io tornai a vedere i mobile della mia casa.

Il Signore mi disse: "Hai appena visto due persone che si accostano al Sacramento della Riconciliazione. Una che va al confessionale distrattamente e senza una previa preparazione. In tale caso, qualsiasi cosa facciano gli spirito maligni, sono questi ad acquisire una maggiore forza.
La giovane invece stava in preghiera, preparava la sua confessione chiedendo assistenza al Cielo. In questo modo il demonio non ha potuto avvicinarla ed il suo Angelo custode ha potuto operare meglio in sua difesa, poichè lei stessa lo invocava".

Mi fece poi comprendere che anche le persone che si trovassero in quel momento in chiesa, potrebbero essere di aiuto con le loro preghiere, intercedendo per il confessore e per quelle persone che sono lì per confessarsi.  Mi sono meravigliata che chiedesse delle preghiere per il confessore, visto che pochi giorni prima avevo visto io stessa che era Gesù al posto del sacerdote che perdonava. 

Il Signore continuò: "Hanno  certamente bisogno di preghiere anche i sacerdoti. Anche essi sono esposti alle tentazioni, alle distrazioni, alla stanchezza. Ricorda che sono esseri umani".


Fratello, sorella: tu che sei giunto fino a questo punto della mia testimonianza, ti sei chiesto da quanto tempo non hai fatto una buona e coscienziosa confessione? Se il Signore dovesse chiamarti in questo momento, credi che ti salveresti? 
Ti sei dedicato coscienziosamente alle cose di Dio, oppure sei stato un cristiano comodo part-time, che assiste alla Santa Messa domenicale per abitudine o per apparire, piuttosto che per autentico fervore?
Ti sei chiesto quante anime hai aiutato a salvare?
Ti sei sempre preoccupato di ricevere la Santa Eucaristia, essendo in grazia del Signore, o sei di quelli che pensano di doversi confessare davanti a Dio soltanto e non davanti a un sacerdote?
 Mentre leggi queste righe, forse c'è qualcuno che sta dicendo una preghiera per te, affinchè nel momento della tua morte, che inevitabilmente arriverà, tu non sia privato dell'aiuto dei Sacramenti; e perchè, alla tua dipartita, si faccia festa sulla terra ed in Cielo, e tu non abbia a provare timore ma amore e gioia!

Apri le porte del tuo cuore alla Grazia ed al perdono del quale tutti abbiamo bisogno!
Prega per avere l'assistenza della Vergine Maria, per vivere sin da oggi conforme alla volontà del Padre!
Te lo augura, nell'Amore Misericordioso di Gesù,

Catalina
Missionaria laica del Cuore Eucaristico di Gesù





Nessun commento:

Posta un commento