mercoledì 31 ottobre 2012

Festa della fede, della speranza e della carità

Meditazione di Madre Anna Maria Cànopi osb
Abbadessa del Monastero “Matre Ecclesiae” Isola di San Giulio (No)

Mentre il Tempo Ordinario volge al termine e la natura si fa di giorno in giorno più brulla e spoglia, il mese di novembre si apre con il contrasto della bellissima festa di Tutti i Santi: un tripudio di luce, di canto, di gioia; il Cielo sulla terra.

lunedì 29 ottobre 2012

"Il fuoco di Dio è come un fuoco di brace, che chiede di essere ravvivato"

Omelia del Papa nella Messa di conclusione del Sinodo dei Vescovi

Venerati Fratelli, illustri Signori e Signore, cari fratelli e sorelle!
Il miracolo della guarigione del cieco Bartimeo ha una posizione rilevante nella struttura del Vangelo di Marco.

L'altra faccia di Halloween

Dietro una festa apparentemente innocua si possono nascondere alcuni rischi per i giovani

Halloween è una tipica festa del mondo anglosassone, che negli ultimi anni si è diffusa anche in Italia. Un tempo, dalle nostre parti, era totalmente sconosciuta. Al massimo si poteva conoscere attraverso qualche film o fumetto americano (Linus, ad esempio).

Il bambu'

In un magnifico giardino cresceva un bambù dal nobile aspetto. Il Signore del giardino lo amava più di tutti gli altri alberi. Anno dopo anno,il bambù cresceva e si faceva robusto e bello. Perché il bambù sapeva bene che il Signore lo amava e ne era felice.
Un giorno, il Signore si avvicinò al suo amato albero e gli disse: "Caro bambù, ho bisogno di te".

domenica 28 ottobre 2012

Facciamo tesoro del Rosario. Vuotiamo il Purgatorio!

La storica esortazione di san Pio da Pietrelcina

Un episodio straordinario, fra i molti che capitavano con san Pio da Pietralcina. Muore il papà di una signora, che era fervente figlia spirituale di Padre Pio. La signora abitava nel nord Italia. Dopo la morte del papà, la signora si mette in viaggio e arriva a San Giovanni Rotondo. Incontra Padre Pio e lo prega, in lagrime, di dirle che cosa fare per suffragare l’anima del papà morto piamente alcuni giorni prima.

venerdì 26 ottobre 2012

"Il Sinodo: che bella libertà di espressione!"

L'esperienza sinodale di monsignor Lacroix, arcivescovo di Québec

Intervistato da ZENIT, il presule canadese racconta le sue impressioni del Sinodo e dell’Anno della Fede, appena iniziato. “Siamo noi per primi che dobbiamo cambiare, siamo noi che dobbiamo lasciarci convertire, allora sono pieno di speranza”, sottolinea monsignor Lacroix.

giovedì 25 ottobre 2012

Messaggio Medjugorie 25 ottobre 2012



Cari figli, anche oggi vi invito a pregare per le Mie intenzioni.
Rinnovate il digiuno e la preghiera perchè satana è astuto e attira molti cuori al peccato e alla perdizione.
Io vi invito figlioli  alla santità e a vivere nella grazia.
Adorate Mio Figlio affinchè Lui vi colmi con la Sua pace e il Suo amore ai quali anelate.
Grazie perchè avete risposto alla Mia chiamata.

Che cosa significa credere oggi?

Con l’Udienza Generale di mercoledì 24 ottobre, papa Benedetto XVI ha proseguito il ciclo di catechesi iniziato la settimana scorsa e dedicato all’Anno della Fede.

La riflessione è iniziata, articolandosi su alcuni interrogativi fondamentali: “che cosa è la fede? Ha ancora senso la fede in un mondo in cui scienza e tecnica hanno aperto orizzonti fino a poco tempo fa impensabili? Che cosa significa credere oggi?”.

martedì 23 ottobre 2012

Lasciate vivere tutte le Maria Ester del mondo

Lettera della mamma di una bambina nata con la sindrome di Down

Vorrei trasmettere un messaggio di conforto e speranza a quanti leggeranno questa lettera. Profondamente colpita da quanto la cronaca continua a proporci, sono felice di rendervi partecipi della nostra esperienza di vita.

Mi chiamo Giusi e la nascita di Maria Ester, sicuramente come a quasi tutte le famiglie di bambini diversamente abili, ci ha cambiato la vita ... in meglio però.

lunedì 22 ottobre 2012

Il miracolo


Questa è la storia vera di una bambina di otto anni che sapeva che l’amore può fare meraviglie.
Il suo fratellino era destinato a morire per un tumore al cervello. I suoi genitori erano poveri, ma avevano fatto di tutto per salvarlo, spendendo tutti i loro risparmi.

venerdì 19 ottobre 2012

La formica

 L'altro giorno ho visto una formica che trasportava una foglia enorme. La formica era piccola e la foglia doveva essere almeno due volte il suo peso. Ora la trascinava, ora la sollevava sopra la testa. Quando soffiava il vento, la foglia cadeva, facendo cadere anche la formica. Fece molti capitomboli, ma nemmeno questo fece desistere la formica dalla sua impresa. L'osservai e la seguii, finché giunse vicino a un buco, che doveva essere la porta della sua casa.
Allora pensai: "Finalmente ha concluso la sua impresa!".

giovedì 18 ottobre 2012

I mistici e gli Angeli (Seconda parte)

Gli angeli, che non hanno corpo, che non hanno  mai né  fame, né sete, né freddo, che non sono mai stanchi, non dimenticano comunque che noi  conosciamo tutte queste pene. Così, santa Rita, molto malata e non sopportando nessun nutrimento, si augurava, in pieno inverno, di mangiare dei fichi freschi. Un cesto di fichi giunse misteriosamente al convento.

Santa  Rosalia, una principessa italiana discendente da Carlo Magno, che si era ritirata in un deserto, ebbe un giorno l’incantevole sorpresa di un mazzo di rose. Gli angeli, per consolarla, per mostrarle quella che era la bellezza del Paradiso, le portavano dei fiori del cielo. Erano essi, d’altronde, che l’avevano condotta in quella grotta sulla cima di una montagna, affinché potesse consacrarsi a Dio.

mercoledì 17 ottobre 2012

"La fede è veramente la forza trasformante nella mia vita?"

Durante l’Udienza Generale odierna papa Benedetto XVI ha aperto un ciclo di catechesi dedicato dall’Anno della Fede “per riprendere e approfondire le verità centrali della fede su Dio, sull’uomo, sulla Chiesa, su tutta la realtà sociale e cosmica, meditando e riflettendo sulle affermazioni del Credo”.

La ricorrenza del cinquantennale dell’apertura del Concilio Vaticano II è, ha affermato il Santo Padre, “un’occasione importante per ritornare a Dio, per approfondire e vivere con maggiore coraggio la propria fede, per rafforzare l’appartenenza alla Chiesa, «maestra di umanità», che, attraverso l’annuncio della Parola, la celebrazione dei Sacramenti e le opere della carità ci guida ad incontrare e conoscere Cristo, vero Dio e vero uomo”.

I mistici e gli Angeli (Prima parte)

Occorrerebbe un massa di grossi volumi per contenere il racconto di tutti gli interventi degli angeli nelle vite dei santi. Noi abbiamo visto come i giusti di Israele nella Bibbia li incontravano nel deserto od all’ombra di un santuario. Si sa ch’essi annunciarono ai pastori la nascita del Salvatore cantando” Gloria a Dio nel più alto dei cieli e pace sulla terra agli uomini di buona volontà”, che servirono il Signore dopo la Tentazione nel deserto e che uno di essi lo consolò durante la sua agonia; che due altri, vestiti di bianco, rovesciarono la pietra del sepolcro al mattino della Resurrezione, che accompagnarono l’Ascensione del Signore mentre uno di essi esortava gli Apostoli. E’ inutile infine rammentare l’intervento di Gabriele nell’Annunciazione e l’avvertimento angelico dato ai Magi ed a san Giuseppe.

martedì 16 ottobre 2012

La riscoperta della preghiera del Rosario nell'Anno della Fede

Con particolare attenzione all’inizio dell’anno della fede mons. Giuseppe Fiorini Morosini, vescovo di Locri-Gerace, ha scritto una lettera pastorale con la quale ha invitato tutti i membri della sua diocesi a riconoscere che la preghiera del Santo Rosario «è la più diffusa tra le devozioni popolari e senza dubbio la più amata dal popolo, perché facile da praticarsi in ogni momento e in ogni luogo». E con estremo realismo ha anche sottolineato «quante volte abbiamo visto pregare il Rosario, o noi stessi lo abbiamo fatto, durante un viaggio in treno, mentre aspettavamo il turno presso uno studio medico, o stando a letto malati o insonni al buio durante la notte».

mercoledì 10 ottobre 2012

Il Concilio Vaticano II è un "grande affresco dipinto dallo Spirito Santo"

Un’Udienza Generale tra le più importanti del pontificato di Benedetto XVI. La catechesi di stamattina si è infatti svolta nel giorno antecedente all’apertura dell’Anno della Fede e al 50° Anniversario dell’apertura del Concilio Vaticano II: il tema scelto dal Santo Padre per la catechesi è stata quindi una riflessione sui documenti conciliari.

Il Concilio Vaticano II ci appare come “un grande affresco – ha esordito il Papa - dipinto nella sua grande molteplicità e varietà di elementi, sotto la guida dello Spirito Santo”. Un’opera di una “straordinaria ricchezza” di cui ancora oggi è possibile “riscoprirne particolari passaggi, frammenti, tasselli”.

Il Papa concede l'indulgenza Plenaria nell'Anno de...


Il Santo Padre Benedetto XVI concederà ai fedeli l'indulgenza plenaria nell'Anno della Fede che sarà valida dalla data di apertura (11 ottobre 2012 fino alla data di chiusura, il 24 novembre 2013), come si legge in un decreto reso pubblico il 6 ottobre, a firma del Cardinale Manuel Monteiro de Castro, Penitenziere Maggiore e del Vescovo Krzysztof Nykiel, Reggente della Penitenziera Apostolica.

martedì 9 ottobre 2012

L’uomo che pregava in silenzio

Una volta un sacerdote stava camminando in chiesa, verso mezzogiorno, passando dall’altare decise di fermarsi lì vicino per vedere chi era venuto a pregare. 
In quel momento si aprì la porta, il sacerdote inarcò… il sopracciglio vedendo un uomo che si avvicinava; l’uomo aveva la barba lunga di parecchi giorni, indossava una camicia consunta, aveva una giacca vecchia i cui bordi avevano iniziato a disfarsi. 

lunedì 8 ottobre 2012

Il giardino della giovinezza che il mondo non conosce

di Antonio Socci

Ricordate quel milione di giovani, per l’anno santo del 2000, a Roma, attorno a papa Wojtyla? Cantavano “Jesus Christ, you are my life”. I giornali laici li sbeffeggiarono dicendo che in realtà quella era una fede di facciata, superficiale.

Era vero? Che ne è di loro?

Chiara Corbella è la risposta. La sua storia sta commuovendo il mondo.

mercoledì 3 ottobre 2012

"In ogni liturgia è presente la Chiesa intera"

Il ciclo di catechesi sulla preghiera di papa Benedetto XVI è proseguito stamattina, nel corso dell’Udienza Generale, con una meditazione sulla natura ecclesiale della preghiera liturgica.

La catechesi odierna è scaturita dal seguente interrogativo posto dal Santo Padre: “nella mia vita, riservo uno spazio sufficiente alla preghiera e, soprattutto, che posto ha nel mio rapporto con Dio la preghiera liturgica, specie la Santa Messa, come partecipazione alla preghiera comune del Corpo di Cristo che è la Chiesa?”.

martedì 2 ottobre 2012

Il nostro Santo Angelo custode

La devozione all'Angelo custode, che fino a non molti anni fa i bambini apprendevano sulle ginocchia della mamma, sembra la più semplice  e la più adatta ad introdurci nella comunione con i nostri Fratelli del cielo, unendoci a loro in una intimità che è uno spontaneo riversare nell'Amico tutto il nostro cuore, con i suoi ideali, le sue speranze, le sue gioie, i suoi dolori e i suoi timori, per averne soccorso e conforto.
L'Angelo custode ci ama molto, più di quanto noi ci amiamo, partecipando dell'amore infinito di Dio per noi, intuendo, desiderando e procurando il nostro vero bene spirituale e temporale.

Messaggio a Mirjana 2 ottobre 2012

Cari figli, vi chiamo e vengo in mezzo a voi perchè ho bisogno di voi.
Ho bisogno di apostoli dal cuore puro.
Prego, ma pregate anche voi, che lo Spirito Santo vi renda capaci e vi guidi, che vi illumini e vi riempia di amore e di umiltà.
Pregate che vi riempia di grazia e di misericordia.
Solo allora Mi capirete, figli Miei. Solo allora capirete il Mio dolore per coloro che non hanno conosciuto l'Amore di Dio. Allora potrete aiutarmi.