mercoledì 29 febbraio 2012

I segni di Dio - Itinerario quaresimale

Mercoledì 29 febbraio 2012

Vangelo di Luca 11,29-32
In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: "Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato alcun segno, se non il segno di Giona. Poichè, come Giona fu un segno per quelli di Ninive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione. 

lunedì 27 febbraio 2012

Violazioni della libertà religiosa e del diritto alla vita

L'Obamacare cerca di far pagare alla Chiesa i farmaci abortivi

di Renzo Puccetti (docente alla facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum)

ROMA, domenica, 26 febbraio 2012 (ZENIT.org) - Il 23 marzo 2010 il presidente degli Stati Uniti Barack Hussein Obama II ha firmato il Patient Protection and Affordable Care Act, la riforma sanitaria duramente osteggiata dai repubblicani rispetto a cui si è divisa la stessa società americana.

domenica 26 febbraio 2012

Messaggio Medjugorje 25 febbraio 2012



Cari figli! In questo tempo in modo particolare vi invito: pregate col cuore.
Figlioli, voi parlate tanto ma pregate poco.
Leggete, meditate la Sacra Scrittura e le parole scritte in Essa siano per voi vita.
Io vi esorto e vi amo perchè in Dio troviate la vostra pace e la gioia di vivere.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata.

venerdì 24 febbraio 2012

La Chiesa in cammino nel deserto del mondo

Nell’udienza generale del 22 febbraio Benedetto XVI ha interrotto la sua «scuola della preghiera» del mercoledì per riflettere sulla Quaresima. 

«Nei primi secoli di vita della Chiesa – ha ricordato il Papa – questo era il tempo in cui coloro che avevano udito e accolto l’annuncio di Cristo iniziavano, passo dopo passo, il loro cammino di fede e di conversione per giungere a ricevere il sacramento del Battesimo». 

giovedì 23 febbraio 2012

Polvere tu sei e in polvere tornerai

Omelia del Santo Padre nella Basilica di Santa Sabina mercoledì delle ceneri 22 febbraio 2012

Venerati Fratelli,
cari fratelli e sorelle!

Con questo giorno di penitenza e di digiuno – il Mercoledì delle Ceneri – iniziamo un nuovo cammino verso la Pasqua di Risurrezione: il cammino della Quaresima. 

mercoledì 22 febbraio 2012

Meditazione per la quaresima

Riflettiamo sull’ingresso di Gesù a Gerusalemme come preparazione a meditare la Passione del Redentore.
Gesù bevve il calice della Sua Passione sia fisicamente per opera dei carnefici, sia spiritualmente avendola sempre presente nella Sua memoria. Dobbiamo seguirlo spiritualmente con sentimenti di dolore, compassione e tristezza, fisicamente con alcune mortificazioni volontarie come il digiuno, i sacrifici ecc. e impegnandoci nelle virtù eroiche dell’umiltà e dell’amore a Dio e al prossimo.

lunedì 20 febbraio 2012

Il messaggio di Benedetto XVI per la Quaresima 2012

Non bisogna tacere di fronte al male
Riprendiamo di seguito il testo integrale del messaggio di Papa Benedetto XVI per la Quaresima 2012, reso pubblico martedì 7 febbraio

«Prestiamo attenzione gli uni agli altri, per stimolarci a vicenda nella carità e nelle opere buone» (Eb 10,24)

domenica 19 febbraio 2012

Benedetto XVI parla ai 22 nuovi Cardinali

«La vostra missione risponda alla logica di Cristo, non a quella del mondo»


«Tu es Petrus, et super hanc petram aedificabo Ecclesiam meam».

lunedì 13 febbraio 2012

Amare castamente è possibile

La testimonianza di una coppia di fidanzati che ha deciso di vivere controcorrente il tempo della preparazione al matrimonio

Gentile redazione di BastaBugie,
sono un ragazzo di 22 anni, studio all'Università di Palermo e, come tutti i giovani della mia età, mi destreggio tra mille impegni e tante speranze.
Scrivo questa mia testimonianza spinto dall'amore, da quell'amore che noi uomini abbiamo reso complicato e vuoto di ogni significato, da quell'amore tradito per riscattarlo.

domenica 12 febbraio 2012

Nick Vujicic Testimonianza


Dalla solitudine alla vita

Un appuntamento disdetto e il tempo da riempire con la compilazione di schede rimaste in attesa.
Quasi subito, però, vengo distolta da questo proposito da un bussare alla porta.
Mi ritrovo davanti una giovane donna, un po’ cicciottella, dall’aspetto di “peluche” dovuto, forse, ai lunghi capelli arricciati.

sabato 11 febbraio 2012

"Messaggio di Lourdes" I gesti e le parole della Vergine di Lourdes


Si chiama “Messaggio di Lourdes” i gesti e le parole che si sono scambiati la Vergine e Bernadette, alla Grotta di Massabielle, nel corso delle 18 Apparizioni, dall’11 febbraio 1858 al 16 luglio 1858. Per comprendere bene gli eventi che si sono svolti e imparare meglio il “Messaggio di Lourdes”, bisogna conoscere il contesto delle Apparizioni di cui Bernadette ha beneficiato. A Tele Radio Padre Pio ne abbiamo parlato con don Vincenzo Custo, Responsabile del servizio pastorale per i pellegrini italiani a Lourdes – Fatima e Israele come coordinatore dei pellegrinaggi Paolini (Card. Ferrari)

Bernadette, l' ultimo mistero di Lourdes Quel corpo intatto dimenticato dai fedeli

Con un congresso a Rimini, sono iniziate la settimana scorsa le celebrazioni per i cento anni dell' Unitalsi. Sigla dal suono un po' burocratico che nasconde, in realtà, l' impegno generoso di trecentomila persone, presenti in ogni diocesi, per portare malati e sani soprattutto a Lourdes, ma pure negli altri luoghi sacri del cattolicesimo. 

venerdì 10 febbraio 2012

La grande preghiera di Gesù sulla croce

Continuando nella sua "scuola della preghiera" dedicata alle preghiere di Gesù, nell'udienza dell'8 febbraio Papa Benedetto XVI ha proposto una meditazione sulla preghiera di Gesù nell’imminenza della morte, secondo i Vangeli di san Marco e san Matteo. 

I due Evangelisti, ha spiegato il pontefice, «riportano la preghiera di Gesù morente non soltanto nella lingua greca, in cui è scritto il loro racconto, ma, per l'importanza di quelle parole, anche in una mescolanza di ebraico ed aramaico.

martedì 7 febbraio 2012

Il sorriso di Debora

Nella 34esima Giornata nazionale per la vita dedico un capitolo tratto dal libro “Grazie alla vita” scritto insieme a Rita Coruzzi (2011, Edizioni Piemme). E' la storia di Debora, una mamma coraggio che sceglie di donare la propria vita per consentire alla figlioletta Alice di vedere la luce. Un sacrificio che solo chi eleva la vita a valore supremo può concepire, nel contesto di una concezione trascendente della vita stessa. E' un omaggio ai giovani che oggi faticano in primo luogo ad esserci, sia per l'eccidio dell'aborto sia per il suicidio della denatalità, così come si ritrovano impossibilitati a ergersi a rigeneratori di nuova vita, sia per la disoccupazione o la precarietà lavorativa sia per l'imperversare di una cultura che li deresponsabilizza illudendoli che possano farsi largo rincorrendo solo i diritti e le libertà senza curarsi dei doveri e delle regole.

Magdi Cristiano Allam


Diventare vulnerabile

Venga il tuo Regno!

Thornwood, NY 19 Gennaio 2012
Carissimi amici in Cristo,

    scarpe da tennis e tuta per la ginnastica: questo è quanto troviamo oggi nella sacca di Marilena. I dottori del centro riabilitativo sembrano proprio credere in questa nuova "stella dello sport". Nella maratona per la vita, prova dopo prova, lei è riuscita a raggiungere le prime posizioni: ora il suo obbiettivo è il podio. 

lunedì 6 febbraio 2012

La fede cura e salva Angelus del 5-02-2012

All'Angelus il Papa spiega come e perché Gesù guarisce

“Le malattie sono un segno dell’azione del Male nel mondo e nell’uomo, mentre le guarigioni dimostrano che il Regno di Dio, Dio stesso è vicino”.
Lo ha detto il Pontefice Benedetto XVI, oggi 5 febbraio dalla finestra del suo studio, rivolgendosi ai fedeli che affollavano Piazza San Pietro a Roma. 

domenica 5 febbraio 2012

Maltempo? Un grande valore pedagogico

Una riflessione sul disagio creato dall'ondata di freddo e neve

ROMA, sabato, 4 febbraio (ZENIT.org).- Le condizioni di maltempo su tutta l’Italia e sull’intera Europa, con temperature siberiane ed importanti nevicate, hanno certamente determinato un profondo disagio per tutti, impedendo gli spostamenti e, talvolta, perfino di assolvere ai “normali” doveri lavorativi, stravolgendo l’ordinario svolgimento delle giornate.

giovedì 2 febbraio 2012

Messaggio a Mirjana 2 Febbraio 2012

"Cari figli, da così tanto tempo Io sono con voi e già da così tanto tempo vi sto mostrando la presenza di Dio ed il suo sconfinato amore, che desidero tutti voi conosciate.
Ma voi, figli Miei? Voi siete ancora sordi e ciechi; mentre guardate il mondo attorno a voi non volete vedere dove sta andando senza Mio Figlio.
State rinunciando a Lui, ma Egli è la fonte di tutte le grazie.
Mi ascoltate mentre vi parlo, ma i vostri cuori sono chiusi e non mi sentite.
Non state pregando lo Spirito Santo affinché vi illumini.
Figli Miei, la superbia sta regnando. Io vi indico l’umiltà.
Figli Miei, ricordate: solo un’anima umile brilla di purezza e di bellezza, perché ha conosciuto l’amore di Dio. Solo un’anima umile diviene un paradiso, perché in essa c’è Mio Figlio.
Vi ringrazio. Di nuovo vi prego: pregate per coloro che Mio Figlio ha scelto, cioè i vostri pastori".

«La volontà di Dio su di noi sia ciò che desideriamo»

Proseguendo nella «scuola della preghiera» dedicata alla preghiera di Gesù, nell'udienza del 1 febbraio Benedetto XVI ha meditato sulla preghiera di Gesù al Getsemani, al Giardino degli Ulivi. Finita l'Ultima Cena, narra il Vangelo di Marco: «Dopo aver cantato l’inno, uscirono verso il monte degli Ulivi» (14,26). Il riferimento a un inno «allude probabilmente al canto di alcuni Salmi dell'hallèl con i quali si ringrazia Dio per la liberazione del popolo dalla schiavitù e si chiede il suo aiuto per le difficoltà e le minacce sempre nuove del presente».