mercoledì 28 settembre 2011

Maria, Madre dei sacerdoti e delle vocazioni

Di Adrian Alberto Calvo Quiròs, Costa Rica

Mi chiamo Adriàn Alberto Calvo Quiròs, ho 31 anni e da circa 3 sono sacerdote. Appartengo alla diocesi di Cartago, in Costa Rica, e con queste mie righe vorrei raccontare a tutti, specialmente ai miei fratelli sacerdoti di tutto il mondo, diaconi e seminaristi, come e quando sentii concretamente il conforto materno di Maria, Madre di Dio, durante il periodo della mia risposta al cammino sacerdotale,
“Prima che Io ti formassi nel grembo, ti ho conosciuto…” (Geremia 1,5).

lunedì 26 settembre 2011

Supplica ardente ai Santi Angeli



Questa preghiera potente e straordinaria è molto conosciuta soprattutto dai membri dell’Opera dei Santi Angeli.
L’autrice è madre Gabriele Bitterlich, fondatrice di questo movimento, semplice madre di famiglia di Innsbruck, strumento scelto da Dio per approfondire la conoscenza e la devozione dei Santi Angeli e quindi collaborare con loro alla santificazione delle anime, in particolare dei Sacerdoti.

Messaggio da Medjugorje del 25 settembre 2011


"Cari figli, vi invito affinché questo tempo sia per tutti voi il tempo per testimoniare. 
Voi che vivete nell’amore di Dio e avete sperimentato i Suoi doni, testimoniateli con le vostre parole e con la vostra vita perché siano gioia ed esortazione alla fede per gli altri. 
Io sono con voi e intercedo incessantemente presso Dio per tutti voi perché la vostra fede sia sempre viva, gioiosa e nell’amore di Dio. 
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata."

sabato 24 settembre 2011

Prodigio Eucaristico a Lourdes

 Questo fatto prodigioso è avvenuto nel 1999, durante una S. Messa celebrata nella Basilica sotterranea a Lourdes e ripresa in diretta dall'emittente francese "Antenne 2": al momento della Consacrazione l'Ostia si è sollevata ed è rimasta "sospesa", senza appoggiare su nulla, per diversi minuti.

 

Suor Albina e il prete misterioso

Tante cose che avvengono sembra che non abbiamo una spiegazione. Uno straordinario episodio e una straordinaria suora all’ospedaletto di La Merced-Chamchamayo (Perù)
Suor Albina Panzolato, Figla di Maria Ausiliatrice, conobbe Don Bosco attraverso suo padre che a sua volta lo conobbe attraverso il Bollettino Salesiano e poté parlarne alla figlia, né si oppose quando lei decise di entrare presso le Figlie di Maria Ausiliatrice con l’intento preciso di restarci.

venerdì 23 settembre 2011

Il giovane ricco: “Se vuoi essere perfetto”

Meditazione di P. Giuseppe Gamelli LC


Mentre usciva per mettersi in viaggio, un tale
gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui,
gli domandò: “Maestro buono, che cosa devo fare
per avere la vita eterna?”. Gesù gli disse: “Perché mi
chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo.

giovedì 22 settembre 2011

Sonia Cutrona (1973-1990)

   LO SGUARDO A GESU'

Terra di ulivi, di aranci, di fiori è la Sicilia. Il 17 aprile 1973, in mezzo alla primavera splendente, a Ramacca (Catania) nasce Sonia Cutrona, figlia di una bella famiglia con papà Salvatore, mamma Maria, e una sorella, Letizia.
Cresce, simpatica e vivace, una bambina sorridente e buona. Ama giocare con i bambini del suo borgo, attenta a far piacere a tutti. 
I suoi la educano alla fede, a sentirsi responsabile delle sue azioni, a rendersi utile. 
 Gesù entra presto nella sua vita. 

Desiderio di Battesimo dei bambini non nati

Quante persone nel mondo come noi soffrono per il grande delitto dell’aborto! Ancora più grande però, è l’offesa che viene fatta a Dio, Creatore e Datore di vita: l’Amore del Signore manifesta la sua bontà e la sua fiducia affidando ai genitori una sua creatura ed essi la rifiutano. Rifiutano un figlio: l’opera più grande a cui possano collaborare. Un figlio, un nuovo uomo creato per l’eternità e quindi con ogni diritto di vivere quella vita che potrà fargli ottenere la gioia eterna.

mercoledì 21 settembre 2011

Nato dal battesimo

di  Josè Rodrigo Lopez Cepeda, Messico

Mentre mi trovavo di passaggio nella mia città natale, avevo ceduto alla richiesta di mia madre di andare a far visita a una sua amica in ospedale. Arrivato nella stanza della malata, mi si avvicinò un’infermiera e mi chiese se potevo visitare anche un anziano sacerdote che era in condizioni molto gravi.

martedì 20 settembre 2011

Settanta volte sette

di Francisco Alejandro Bernal Vel, Colombia

Nei miei primi anni si sacerdozio ero cappellano di una grande base militare chiamata Tolemaida, in Colombia, una zona dalle elevate temperature in ogni periodo dell’anno.
Il mio ministero in mezzo ai soldati era diventato sterile, arido: i soldati erano molto tiepidi nella loro fede e si presentavano a Messa con poco interesse ed entusiasmo.
Ero in un momento di pieno abbattimento e sconforto, mi sentivo inutile, avevo voglia di cambiare sede, di non vivere più in caserma, ma come tutti i miei fratelli sacerdoti sparsi per le città e i villaggi del mondo; il ministero tra i soldati mi sembrava sempre più duro e improduttivo.

lunedì 19 settembre 2011

Gioia del dono del momento presente - 7° PARTE

Meditazioni del cardinale Van Thuan

In questi momenti, abbiamo sempre tanto lavoro e poco tempo per riflettere e meditare; la televisione, il fax, il telefono, ci disturbano in continuazione.
Dobbiamo ricorrere ai testi dei grandi Padri della Chiesa per essere aiutati perché loro hanno più incontro con Dio di noi.
Voglio meditare brevemente con voi sulla gioia del dono del momento presente. Penso che bisogna cercare qualcosa di semplice per la nostra santità. Nella nostra vita di battezzati, abbiamo un tesoro molto ricco e importante ma che non apprezziamo, cioè, il momento presente.

Gioia dell'entusiasmo apostolico - 6° PARTE

Meditazioni del Cardinale Van Thuan

Quando non c'è comunione è molto difficile fare evangelizzazione, non soltanto per il clero diocesano ma anche per le comunità claustrali. Solo con la comunione possiamo andare avanti per la nuova evangelizzazione. Anche una nave non può prendere il largo se i marinai non sono bene affiatati.

1. Riprendiamo dall'essenziale: Dio resta e solo Lui basta

Gioia del dono di una Chiesa di comunione - 5° PARTE

Meditazioni del Cardinale Van Thuan

Carissimi Confratelli in questa tappa del nostro itinerario di riflessione e di preghiera meditiamo alla comunione che siamo chiamati a vivere con Cristo nella Chiesa.

1. Sacerdoti per la comunione
Se il nostro sacerdozio è impensabile senza il Signore Gesù, non sarebbe meno impensabile se venisse separato dal mistero della Chiesa. La Chiesa ci ha generato alla fede e alla grazia del battesimo e del sacerdozio. È per la Chiesa che siamo stati costituiti pastori ed è in essa che ogni giorno attingiamo alle sorgenti della grazia l'acqua della vita, di cui abbiamo bisogno per vivere e che siamo chiamati a donare ai nostri fratelli e sorelle.

domenica 18 settembre 2011

Metti una buona parola anche per me

Di Jerry John Pokorsky, USA

All’inizio del mio sacerdozio, nel 1990, la visita agli ammalati negli ospedali era tra le mie abituali responsabilità parrocchiali. Ero convinto, e lo sono tuttora, che i malati hanno bisogno di sapere che nelle loro sofferenze sono amati e sostenuti da Cristo.
Molto presto però ho imparato anche che, inspiegabilmente, molti di loro preferiscono non ascoltare questo messaggio.

La gioia del dono di Maria - 4° PARTE

Meditazioni del Cardinale Van Thuan

Ricordo che una volta, facendo il catechismo ai bambini, chiesi loro se potevano darmi la loro mamma. Fu un coro di no perché la mamma è la cosa più preziosa.
Ma Gesù ci ha dato sua madre, e il dono di Maria è un grande dono che Gesù ci fa, dopo il suo corpo e il suo sangue.
Ognuno di noi ha certamente, nella sua vita spirituale, un santuario mariano preferito dove ha ricevuto molte grazie. Ognuno ha, nella propria vocazione, delle grazie ricevute da Maria e ognuno di noi ha una preghiera mariana preferita. Racconto la mia esperienza

sabato 17 settembre 2011

Gioia di essere con Cristo padri e pastori - 3° PARTE

Meditazioni del Cardinale Van Thuan
 
1. Caratteristiche dell'amore
Nel dialogo riportato nel capitolo conclusivo del Vangelo di Giovanni, Gesù interroga Pietro sull'amore, ed è in rapporto alla triplice confessione d'amore che gli affida il suo gregge. "Mi ami? Mi vuoi bene? Pasci i miei agnelli, pasci le mie pecorelle" (Gv 21, 15).
Il "buon pastore" (Gv 10, 11) che dà la vita per le pecore fa di Pietro il pastore chiamato a essere tale per la forza dell'amore con cui si dona a quanti gli sono stati affidati.

La gioia del dono dell'Eucaristia - 2° PARTE

Meditazioni del Cardinale Van Thuan

Abbiamo spesso pensato che bisogna santificarci per poter celebrare degnamente i santi misteri: essere senza peccato, santificarsi.
Ogni mattina riconosciamo che siamo peccatori per celebrare degnamente.
Pensiamo meno, invece, o non lo pensiamo affatto che la celebrazione dell'Eucaristia contribuisce a fare del prete un uomo spirituale, un santo.

Gioia dell'incontro con Gesù - 1° PARTE

Mesitazioni del Cardinale Van Thuan
      Introduzione
Aveva un sorriso coinvolgente, pieno di pace e serenità quando mi disse:
"Se il Signore mi concederà la vita, potrei guidare tutto il ritiro?".
"Io gli avevo chiesto soltanto di dirigere la conferenza introduttiva e risposi con gratitudine: "Eminenza, questo sarebbe meraviglioso!"
Così, nel febbraio 2002, a guidare gli Esercizi Spirituali per un gruppo di 50 sacerdoti, fu il Card. François-Xavier Nguyen Van Thuan, venuto a mancare a Roma, all'età di 74 anni, il 16 settembre.

Cardinale Francois Xavier Nguyen Van Thuan

Ricolmo del Signore Gesù e profondamente cosciente di essere amato e perdonato da Lui, François-Xavier visse con gioia e intensità ogni momento presente, nella fiducia e nella speranza, nell’abbandono totale nelle mani di Dio. Con le mani e i piedi legati con le catene e ridotto a nulla, il suo unico sostegno rimase il Signore. Sapeva che senza la misericordia di Dio non poteva superare i momenti di crisi e disperazione, né amare né sperare. 
«Sulla strada della prigionia, nel buio della notte in mezzo a questo oceano di ansietà, d’incubo non aspetterò, vivo il momento presente, colmandolo di amore. La linea retta è fatta di milioni di piccoli punti uniti uno all’altro. Anche la mia vita è fatta di milioni di secondi e di minuti uniti uno all’altro. Dispongo perfettamente di ogni singolo punto e la linea sarà retta. Vivo con perfezione ogni minuto e la vita sarà santa. Il cammino della speranza è lastricato di piccoli passi di speranza. La vita di speranza è fatta di brevi minuti di speranza».

Settanta volte sette

di Francisco Alejandro Bernal Vel, Colombia

Nei miei primi anni si sacerdozio ero cappellano di una grande base militare chiamata Tolemaida, in Colombia, una zona dalle elevate temperature in ogni periodo dell’anno. 
Il mio ministero in mezzo ai soldati era diventato sterile, arido: i soldati erano molto tiepidi nella loro fede e si presentavano a Messa con poco interesse ed entusiasmo. 

mercoledì 14 settembre 2011

Gli ananas migliori del mondo

Claudia Sini vdb   Morta a Rivoli (TO) il 19 giugno 2011, a 36 anni.
(tratto da "Il bollettino salesiano" settembre 2011)

Nell’estate del 2008 doveva andare in Camerun con un gruppo di giovani dell’oratorio. Si presentò così: «Ciao! Sono Claudia, ho 32 anni e quest’estate ne avrò 33 (la vecchietta del gruppo!). Sono medico anestesista, quindi lavoro in prevalenza in sala operatoria e nelle urgenze.

martedì 13 settembre 2011

La primavera di Laura

“La primavera di Laura” è la storia di una piccola martire dei nostri giorni, scritta con tanto amore dalla nonna Assunta. Vogliamo proporla in questo blog, perché la vita di questa bambina che sconvolge e commuove fino alle lacrime, lasci anche a voi che leggete una grande gioia nel cuore.
Dio, ancora una volta, stravolge e stupisce questo mondo ormai incapace di sorprendersi e commuoversi!

lunedì 12 settembre 2011

Dall'Eucarestia una nuova società

di Massimo Introvigne  (tratto da La Bussola Quotidiana 12-09-2011)

Nel 2005 Benedetto XVI, nel suo primo viaggio apostolico in Italia, andò a Bari per il Congresso Eucaristico. L'11 settembre 2011 è tornato a un Congresso Eucaristico italiano, ad Ancona, e ha proposto una serie di meditazioni che indicano il regno di Gesù Cristo sui cuori e sulle società come regno eucaristico.

Miracolo eucaristico di Mogoro

 
A Mogoro, in Sardegna, il lunedì di Pasqua del 1604, don Salvatore Spiga, parroco della chiesa di San Bernardino, stava celebrando la Messa e dopo la consacrazione cominciò a distribuire la Comunione ai fedeli. 
A un certo punto vide accostarsi alla Comunione anche due uomini, conosciuti da tutti per la vita dissoluta che conducevano. 
Il Parroco diede loro la Comunione ed appena questi ricevettero le Particole in bocca, le sputarono a terra sulla pietra della balaustra. 

domenica 11 settembre 2011

Ricordi, fatti e “avventure” eucaristiche

di Renzo Allegri  (tratto da Zenit.org 9 settembre 2011)
I Congressi Eucaristici sono grandi feste che celebrano una delle Verità più sconvolgenti della Fede cristiana: la presenza di Gesù nell’Eucaristia. Solenni cerimonie, incontri, discorsi, convegni, partecipazione corale di popolo esaltano la grandezza del mistero. Ma fanno anche riemergere nella mente episodi minori, situazioni precarie, avventurose e a volte assai tristi. Come per esempio la “solitudine dell’Eucaristia”.


La meta finale

Di Rafael del Rosal Samaniego, Spagna

Ero parroco da poco tempo, quando un amico di un paese vicino mi chiese il favore di andare a celebrare la Messa in un pensionato del suo villaggio.
Quando arrivò la data prestabilita, mi incamminai verso il paese. Arrivai dopo venti minuti e mi resi conto che era la prima volta che mi recavo in quel luogo e che non conoscevo l’indirizzo giusto del pensionato. 

mercoledì 7 settembre 2011

Miracolo Eucaristico di Tumaco

Colombia. Il maremoto che colpì nel1906 la costa del Pacifico causò danni enormi e distruzione in diverse zone. Padre Bernardino García de la Concepción, che in quel momento si trovava nella città di Panama, diede questa testimonianza riguardo al terribile cataclisma che colpì la zona: «Improvvisamente una enorme onda travolse il porto, entrò nel mercato sollevando ogni cosa, le imbarcazioni che erano in secca furono lanciate a grande distanza, causando innumerevoli disgrazie». L’isoletta di Tumaco, miracolosamente, venne risparmiata da quella terribile catastrofe grazie alla fede degli abitanti nel Santissimo Sacramento.

martedì 6 settembre 2011

Ogni giorno si può essere ricchi

di Roberto Josè Folonier

Tutto accadde in Piazza Venezia, a Roma. Un giorno scesi dall’autobus e attraversai la piazza per dirigermi all’università, quando scorsi un mendicante prostrato al suolo. 

lunedì 5 settembre 2011

Come muore un ateo?

Di Carlos Marin, Colombia

Ero cappellano alla clinica Santa Fè, in Bogotà. Un giorno fui chiamato per assistere un paziente. Nessuno mi aveva detto che era un non credente. Quando entrai nella sua camera, mi chiese:
“Sei un sacerdote?”.

Dio non si contraddice


Di Yelman Fco. Bustamanta Solòrza, Spagna

Mi trovavo nell’ufficio parrocchiale, si presentò un giovane immigrato che chiedeva aiuto per ottenere un lavoro: dato che aveva la madre malata, c’era bisogno di inviare denaro nel suo paese. 
Mi raccontò che stava vivendo con una famiglia immigrante che gli chiedeva 200 euro al mese per l’affitto, ma erano già tre mesi che non riusciva a pagare.

sabato 3 settembre 2011

Messaggio a Mirjana 2 settembre 2011

"Cari figli, Io con tutto il cuore e con l’anima piena di fede e di amore verso il Padre Celeste vi ho donato e vi do nuovamente Mio Figlio. 
Mio Figlio ha fatto conoscere a voi, popolo di tutto il mondo, l’unico vero Dio ed il Suo Amore. 
Vi ha condotto sulla strada della verità e vi ha reso fratelli e sorelle. 
Perciò, figli miei, non vagate inutilmente, non chiudete il cuore di fronte  a questa verità, speranza ed amore. 
Tutto attorno a voi è passeggero e tutto crolla, solo la gloria di Dio rimane. Perciò rinunciate a tutto ciò che vi allontana dal Signore. 
Adorate solo Lui perché Egli è l’unico vero Dio. Io sono con voi e rimarrò accanto a voi.
Prego in modo particolare per i pastori affinché siano degni rappresentanti di Mio Figlio ed affinché vi conducano con amore sulla strada della verità. Vi ringrazio!"

venerdì 2 settembre 2011

La Presenza reale di Cristo al centro del paese

di Marco Invernizzi
( da La Bussola quotidiana 2-09-2011)

Domani, sabato 3 settembre, si apre nelle Marche il XXV Congresso nazionale eucaristico a 120 anni dalla prima edizione, avvenuta a Napoli nel 1891.

Il mio aiutante missionario

di Hernàn Jiménez L.C., Messico

Era il 1991 e mi trovavo in nord Italia. Andai a far visita a un giovane ventisettenne, Lauro: era la mia prima esperienza con un malato di Aids. 
Una caratteristica comune dei malati terminali è la monotonia delle ore che trascorrono lentamente sotto il peso di una cruda realtà: per loro non rimane altro da fare che aspettare la morte.Si confessò e prese la Comunione dopo tanti anni.