domenica 31 luglio 2011

2 Agosto Il perdono d'Assisi

Quello che ha reso nota in tutto il mondo la Porziuncola è soprattutto il singolarissimo privilegio dell'Indulgenza, che va sotto il nome di "Perdon d'Assisi", e che da oltre sette secoli converge verso di essa una folla innumerevole di pellegrini. 
Milioni e milioni di anime hanno varcato questa "porta di vita eterna" e si sono prostrate qui per ritrovare la pace e il perdono nella grande Indulgenza della Porziuncola, la cui festa si celebra il 2 Agosto ("Festa del Perdono").

mercoledì 27 luglio 2011

La Santa Messa Testimonianza di Catalina Rìvas

Catalina Rivas vive a Cochabamba in Bolivia. Le sue visioni sono state raccolte in otto libri che il 2 aprile 1998 hanno ricevuto l’imprimatur di mons. Renè Fernàndez Apaza Arcivescovo di quella città che l’anno dopo andò in pensione per raggiunti limiti d’età. Nella presentazione l’Arcivescovo emerito scrisse: “ Abbiamo letto i libri di Catalina e siamo sicuri che il loro unico obbiettivo è quello di condurci tutti attraverso la strada dell’autentica spiritualità, la cui fonte è il Vangelo di Cristo. Per questo, autorizzo la loro stampa e diffusione, raccomandandoli come testi di meditazione e orientamento spirituale, al fine di ottenere molti frutti per il Signore che ci chiama a salvare anime, mostrando loro che Egli è un Dio vivo, pieno di amore e misericordia”. 

martedì 26 luglio 2011

Messaggio da Mediugorje del 25 luglio 2011

"Cari figli, questo tempo sia per voi tempo di preghiera e di silenzio.
Riposate il vostro corpo e il vostro spirito, che siano nell’amore di Dio.
Permettetemi figlioli di guidarvi, aprite i vostri cuori allo Spirito Santo perché tutto il bene che è in voi fiorisca e fruttifichi il centuplo.
Iniziate e terminate la giornata con la preghiera del cuore.
Grazie per aver risposto alla Mia chiamata."

Messaggio a Mirjana 2 luglio 2011

"Cari figli, oggi, per la vostra unione con Mio Figlio, vi invito ad un passo difficile e doloroso. Vi invito al riconoscimento completo ed alla confessione dei peccati, alla purificazione.
Un cuore impuro non può essere in mio Figlio e con mio Figlio.
Un cuore impuro non può dare un frutto d’amore e di unità.
Un cuore impuro non può compiere cose rette e giuste, non è un esempio della bellezza dell’Amore di Dio per coloro che gli stanno attorno e che non l’hanno conosciuto.
Voi, figli Miei, vi riunite attorno a Me pieni di entusiasmo, di desideri e di aspettative, ma io prego il Padre Buono di mettere, per mezzo dello Spirito Santo del mio Figlio, la fede nei vostri cuori purificati.
Figli Miei, ascoltatemi, incamminatevi con Me".

lunedì 25 luglio 2011

Come agnelli portati al macello


 Da “Lo straniero - blog di Antonio Socci", 24 luglio 2011

C’è un volto di bambina con degli orecchini e un piccolo crocifisso al collo. La fanciulla guarda qualcuno fuori campo, con espressione seria e interrogativa. Sopra la foto si legge: “Perché mi perseguiti?”. Il sottotitolo recita: “Libertà religiosa negata. Luoghi e oppressori, testimoni e vittime”. 

giovedì 21 luglio 2011

Bambina cinese martire dell'Eucaristia

Nel corso delle persecuzioni che la Chiesa cattolica ha dovuto subire in Cina dal 1945 in poi, molti sono stati gli episodi di eroismo tra i fedeli. Moltissimi di loro verranno conosciuti solo in Cielo, ma questo ha avuto un testimone e quindi può essere raccontato.
Dopo aver letto il racconto fermiamoci un attimo e pensiamo... Come ci saremmo comportati noi in una situazione analoga? Fin dove si spinge il nostro amore per il Signore? Impariamo da questa piccola testimone coraggiosa e con umiltà chiediamo a Dio il dono della fede.

Why not priest?

mercoledì 20 luglio 2011

Il Papa Benedetto XVI ribadisce il primato del canto gregoriano

di Massimo Introvigne  (tratto da La Bussola quotidiana 31/05/2011)

La Santa Sede ha reso pubblica il 31 maggio la lettera, formalmente datata 13 maggio 2011, che  Benedetto XVI ha inviato al Gran Cancelliere del Pontificio Istituto di Musica Sacra, il cardinale Zenon Grocholewski, in occasione delle celebrazioni del centenario di fondazione dell’Istituto. La pubblicazione di questo documento era molto attesa e segue alcune polemiche giornalistiche su un tema che, comprensibilmente, sta a cuore a molto fedeli e che ha visto purtroppo negli ultimi anni l'ampia diffusione di abusi.

venerdì 15 luglio 2011

Alcuni equivoci sulla musica per la Liturgia

di Aurelio Porfiri*      ( tratto da Zenit.org)

Quando si parla di alcuni argomenti, non sempre ci si ferma ad esaminare se le parole e i concetti dalle parole espressi rappresentano veramente ciò che si pensa a priori di condividere. Talvolta usiamo concetti di cui pensiamo avere una idea comune, ma poi ci accorgiamo che in effetti diverse persone intendono diversi significati. Talvolta, come nel nostro caso, il concetto viene piegato volontariamente o involontariamente a diversi significati per servire diverse esigenze, lecite o no. Anche, come vedremo, forzando la stessa logica per arrivare laddove si vuole arrivare.

mercoledì 13 luglio 2011

Consacrazione dei giovani al Sacro Cuore di Gesù durante la GMG a Madrid

 Tratto da  ZENIT.ORG

CITTA' DEL VATICANO, mercoledì, 13 luglio 2011.- Benedetto XVI consacrerà tutti i giovani al Sacro Cuore di Gesù durante la veglia di sabato 20 agosto all'aerodromo dei Quattro Venti di Madrid in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù (GMG).

Pubblichiamo la catechesi che gli organizzatori della GMG (http://www.madrid11.com) hanno preparato per l'occasione.

16 luglio Beata Vergine Maria del monte Carmelo

La  devozione  alla  Beata  Vergine  Maria  del  Monte  Carmelo  (questa  la  titolatura  completa)  o  del  Carmine affonda  le  sue  radici  nella  storia  dell’Ordine  Carmelitano  che  la  diffuse  in  occidente  ai  tempi  delle  crociate.

Il Monte Carmelo, in Palestina, fin dal tempo dei Fenici (chiamati Filistei nella Sacra Bibbia) fu meta di anacoreti; lassù si ritirarono, dopo la morte di Gesù, alcuni cristiani aspiranti alla perfezione dei consigli evangelici e sul Carmelo dedicarono il primo Tempio alla Vergine che perciò si chiamò Madonna del Carmelo o del Carmine.

Ma il Carmelo divenne insufficiente a contenere tutti quelli che si raccoglievano intorno ai primi Carmelitani e si ebbero così molti eremiti devoti alla Vergine sparsi in Palestina prima, e poi in Egitto ed in tutto l’Oriente. Verso il 1150 finalmente si organizzarono a vita comune e si ebbero dei monasteri carmelitani che, col ritorno dei Crociati, si moltiplicarono anche in occidente e precisamente in Sicilia ed in Inghilterra.

Mistica Stella del monte Carmelo


2 luglio 2011 Omelia della Celebrazione solenne di Consacrazione

Dal Vangelo secondo Matteo 12, 46-50
Mentre egli parlava ancora alla folla, sua madre e i suoi fratelli, stando fuori in disparte, cercavano di parlargli. Qualcuno gli disse: “Ecco di fuori tua madre e i tuoi fratelli che vogliono parlarti”. Ed egli, rispondendo a chi lo informava, disse: “Chi è mia Madre e chi sono i miei fratelli?”. Poi stendendo la mano verso i suoi discepoli disse: “Ecco mia Madre ed ecco i miei fratelli; perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, questi è per me fratello, sorella e madre”.

Prima di tutto voglio ringraziare P. Kristian che è qui con noi per celebrare questa Eucaristia e anche per fare da cornice più bella e sentita a questa nostra Celebrazione,  voglio ringraziare anche fr. Massimo diacono che ci ha letto il Vangelo e  questi nuovi consacrati.
Forse vi aspettavate il vangelo delle Beatitudini, dato che le abbiamo meditate per un mese,  ho pensato di scegliere invece questo brano del vangelo di Matteo  perché mi sembra la giusta conclusione di questo percorso che abbiamo fatto insieme. 

sabato 9 luglio 2011

La medaglia di San Benedetto



S. Benedetto, patrono d’Europa, è  invocato anche come patrono della Buona Morte. Egli apparve un giorno a S. Gertrude, dicendo: "Chiunque mi ricorderà la dignità per cui il Signore ha voluto onorarmi e beatificarmi, concedendomi di fare una morte così gloriosa, io l’assisterò fedelmente in punto di morte e mi opporrò a tutti gli attacchi del nemico in quest’ora decisiva. L’anima sarà protetta dalla mia presenza, essa resterà tranquilla, malgrado tutte le insidie del nemico, e, felice, si slancerà verso le gioie eterne".

11 luglio San Benedetto da Norcia Patrono d'Europa

Tra i costruttori dell’idea di un’ Europa unificata attorno ai valori cristiani, è certamente da annoverare il grande Benedetto da Norcia. Proprio per questo è stato proclamato dal papa Paolo VI nel 1964 Patrono di tutta l’Europa. Giovanni Paolo II ha aggiunto, nel 1980, i santi Cirillo e Metodio (apostoli degli Slavi). E siccome il contributo alla costruzione dell’Europa non è solo degli uomini, lo stesso Papa saggiamente ha aggiunto nel 1999 tre sante come co-patrone dell’Europa: santa Caterina di Siena, santa Brigida di Svezia e santa Benedetta della Croce (al secolo Edith Stein).

lunedì 4 luglio 2011

Il liturgista della Diocesi di S. Marino ci spiega la visita papale del 19 giugno ( articolo pubblicato con la collaborazione di Matteo)

Il giovane liturgista che ha curato le celebrazioni durante la visita papale dei giorni scorsi a San Marino [nella foto: la Messa di domenica con l'allestimento 'benedettiano' dell'altare] ha accettato di buon grado di rispondere ad alcune domande che gli abbiamo porto, incuriositi come siamo di approfondire il "dietro le quinte" di una grande Messa papale e, più ancora, di interrogarlo circa alcuni elementi che ha sapientemente inserito nel rito. A cominciare dalla "catechesi liturgica" circa le modalità di ricevere la Comunione e, fatto ancor più importante, evitare di accostarsi ad Essa senza essere in stato di grazia. Il nostro eroe si chiama don Marco [il primo in piedi a sinistra nella foto]. Ma passiamo all'intervista.
Enrico di Messainlatino.it